Comunicazione contratto a chiamata dopo la riforma del lavoro

di Stefania Russo Commenta

Lo scorso 9 agosto, attraverso apposita nota, il Ministero del Lavoro ha fornito alcuni chiarimenti in merito...

Lo scorso 9 agosto, attraverso apposita nota, il Ministero del Lavoro ha fornito alcuni chiarimenti in merito alle modalità di comunicazione del contratto a chiamata a seguito dell’entrata in vigore della riforma del lavoro.

A pochi giorni di distanza, tuttavia, mediante apposita nota firmata dal direttore della Direzione generale per le politiche dei servizi per il lavoro, viene spiegato che, a parziale rettifica di quanto comunicato con la precedente nota, fino al 15 settembre 2012 le comunicazioni potranno continuare ad essere effettuate agli indirizzi di posta certificata delle direzioni territoriali del lavoro.


Le nuove modalità di invio della comunicazione che, come specificato nel comunicato, non sostituisce in alcun modo la comunicazione obbligatoria di assunzione ma al contrario la completa, sono quattro e saranno avviate a partire da date diverse. In particolare, la comunicazione potrà essere inviata tramite fax al numero 848800131 a partire dal 13 agosto 2012, tramite sms al numero 339-9942256 a partire dal 17 agosto 2012, tramite e-mail all’indirizzo [email protected] a partire dal 17 agosto 2012 e, infine, direttamente online a partire dal 1° ottobre 2012.

Per quanto riguarda l’invio tramite fax, in tal caso dovrà obbligatoriamente essere utilizzato apposito modello predisposto e approvato dal ministero del lavoro, in cui dovrà essere indicato il codice fiscale e l’indirizzo e-mail del datore di lavoro, il codice fiscale del lavoratore per cui si sta effettuando la comunicazione e le singole giornate o il ciclo di chiamate.

Rispondi