Come diventare parrucchiere

di Stefania Russo Commenta

I parrucchieri figurano nella lista delle professioni senza crisi, probabilmente perché anche in momenti di crisi i capelli continueranno a crescere...

I parrucchieri figurano nella lista delle professioni senza crisi, probabilmente perché anche in momenti di crisi i capelli continuano a crescere, a diventare bianchi con l’avanzare dell’età e a necessitare di un’acconciatura in occasione di feste e cerimonie di vario tipo.

Ma come si diventa parrucchieri? Una volta terminata la scuola superiore ci si può iscrivere ad una delle numerose scuole per parrucchieri presenti su tutto il territorio nazionale e riconosciute dalla propria Regione, tuttavia per essere certi di ricevere una buona preparazione è consigliabile scegliere bene la propria scuola, eventualmente preferendo una di quelle consigliate dalle associazioni di categoria.


Il corso ha una durata di tre anni, durante i primi due si studiano materie come tricologia, cosmetica, psicologia e informatica, il terzo anno consiste invece in un corso di specializzazione a contenuto prevalentemente pratico che può essere sostituito da un contratto di inserimento presso un’impresa di acconciatura. Al termine dei tre anni l’allievo sarà chiamato a sostenere un esame finale teorico-pratico (cosiddetta abilitazione), superato il quale otterrà la qualifica professionale e la licenza per aprire un’attività in proprio.

[LEGGI] COME APRIRE UN NEGOZIO DI PARRUCCHIERE

Per diventare parrucchiere, tuttavia, esiste anche un’alternativa alla scuola in quanto gli aspiranti parrucchieri possono guadagnarsi la qualifica lavorando per tre anni presso un’impresa di acconciatura mediante un contratto di inserimento, a cui va affiancato un corso di formazione teorica. Il periodo di inserimento è ridotto ad un anno qualora sia preceduto da un rapporto di apprendistato di almeno due anni. Anche in questo caso bisognerà poi sostenere un esame teorico-pratico per ottenere l’abilitazione.

Per informazioni legali è bene consultare il testo della Legge del 17 agosto 2005 n.174, che disciplina appunto la professione del parrucchiere.

Rispondi