Come diventare estetista

di Stefania Russo Commenta

L'attenzione degli italiani all'aspetto esteriore registra una costante crescita, soprattutto perchè non sono più solo le donne a ricorrere a cerette...

L’attenzione degli italiani all’aspetto esteriore registra una costante crescita, soprattutto perchè non sono più solo le donne a ricorrere a cerette, pedicure, manicure e ad altri trattamenti estetici ma anche gli uomini, sempre più attenti a mostrare un aspetto impeccabile.

Ma come si diventa estetista? Il percorso da seguire per poter accedere a questo tipo di professione è molto simile a quello per diventare parrucchiere.


Anzitutto occorre aver terminato la scuola dell’obbligo dopodiché bisogna iscriversi ad un corso regionale della durata di due anni e a cui segue un corso di specializzazione della durata di un anno. In alternativa al corso di specializzazione è possibile lavorare per un anno in un centro estetico con contratto di inserimento.

[NUOVO DECRETO SULLA SICUREZZA NEI CENTRI ESTETICI]

Oltre a quella appena descritta esistono altre due alternative che consentono allo stesso modo di diventare estetista. La prima prevede l’assunzione presso un centro estetico con contratto di apprendistato a cui segue lo svolgimento di un anno di attività lavorativa come dipendente a tempo pieno presso un’impresa attiva nel settore estetico.

La terza alternativa, infine, prevede lo svolgimento di attività lavorativa come dipendente a tempo pieno per un periodo di tempo non inferiore a tre anni presso un’azienda attiva nel settore estetico.

Al termine del percorso è possibile scegliere se continuare a lavorare come dipendente o se avviare un’attività aprendo un nuovo centro estetico.

Rispondi