Come chiedere un aumento dello stipendio

di Stefania Russo Commenta

Una richiesta di aumento dello stipendio risulta opportuna solo in presenza di determinate condizioni, anzitutto è necessario che si lavori...

Una richiesta di aumento dello stipendio risulta opportuna solo in presenza di determinate condizioni, anzitutto è necessario che si lavori presso l’azienda già da un periodo di tempo ragionevole e che in tale periodo di tempo la propria prestazione lavorativa abbia fornito un valido apporto all’attività dell’azienda stessa.

Se non ricorrono questi due presupposti una richiesta di aumento dello stipendio non solo potrebbe risultare inopportuna ma è più che probabile che tale richiesta venga immediatamente rifiutata.


Per chiedere un aumento dello stipendio il primo passo da fare è quello di chiedere al proprio datore di lavoro di potergli parlare in privato, in situazioni del genere è infatti opportuno tutelare sia la propria privacy che quella del datore di lavoro stesso. Inoltre in questo modo non rischiamo di interromperlo in una delle sue attività quotidiane, in quanto sarà lui ad indicarci il momento della giornata in cui è libero.

Dopo aver avanzato la nostra richiesta sarà opportuno motivarla, a riguardo sarà bene prepararsi prima un bel discorsetto e individuare almeno una decina di buoni motivi per i quali il datore di lavoro dovrebbe concedere l’aumento richiesto, in quanto è molto probabile che vi chiederà di esporre tali motivazioni.

DIFFERENZA TRA STIPENDIO LORDO E NETTO

Tali motivazioni, tuttavia, non devono riguardare solo buone azioni passate ma devono soprattutto essere orientate al futuro, ad esempio è possibile collegare tale aumento di stipendio alla volontà di crescere professionalmente all’interno dell’azienda fornendo un apporto significativo nell’ambito di importanti progetti.

FAC SIMILE RICHIESTA AUMENTO STIPENDIO

Inutile dire che per aumentare le chance di accettazione della richiesta è opportuno che questa venga avanzata in un periodo di tranquillità dell’azienda e soprattutto in un periodo di particolare diligenza dal punto di vista degli orari e della qualità della prestazione lavorativa.

Rispondi