Colloquio di lavoro consigli

di Stefania Russo Commenta

Un interessante servizio realizzato da Le Iene ha mostrato quali sono gli errori più comuni che si commettono durante un colloquio di lavoro..

Un interessante servizio realizzato da Le Iene ha mostrato quali sono gli errori più comuni che si commettono durante un colloquio di lavoro, comportamenti apparentemente banali e innocui ma che in realtà hanno un’importanza determinante nella selezione del candidato.

A spiegare tramite esempi pratici quali sono gli errori da evitare sono stati gli addetti all’ufficio selezione di Adecco, a cui Le Iene hanno chiesto di cercare per loro un reporter televisivo.


Partiamo dal curriculum. Gli esaminatori hanno mostrato quali sono gli errori più eclatanti: omessa indicazione dei dati personali; omessa indicazione delle esperienze lavorative; curriculum eccessivamente lungo; inserimento di icone, barzellette e altri tipi di disegni; inserimento di troppe foto, ne basta una in prima pagina. Il curriculum, in sostanza, deve essere chiaro, esaustivo e sintetico.

Dopo aver visionato i curriculum si passa alla fase due, la telefonata. Contrariamente a quanto si possa pensare, infatti, quando si viene contattati telefonicamente si sta affrontando una vera e propria fase della selezione. Per questo motivo è assolutamente indispensabile farsi trovare al telefono, non dimostrare incredulità quando si viene contattati, non chiedere il compenso economico e mostrarsi sicuri e realmente interessati alla mansione oggetto dell’annuncio a cui si risponde, evitando di dire che al momento si è interessati a qualunque cosa. Dalla prima telefonata, inoltre, i selezionatori cercano di capire anche se si possiedono realmente le competenze per svolgere quel determinato lavoro, oppure se ci si è candidati solo perchè si è senza lavoro e ci si accontenta di ogni offerta.

Chi supera la fase della telefonata accede alla successiva: il colloquio di gruppo. In questo caso bisogna presentarsi vestiti in maniera adeguata, sono quindi bandite minigonne o vestiti eccessivamente eleganti, nonché accessori troppo vistosi. La prima prova a cui i candidati sono sottoposti è quella della presentazione, in altre parole si hanno tre minuti di tempo per presentarsi e per descriversi tramite quattro aggettivi. In questo caso vengono guardati con un occhio di riguardo quelli che scelgono di iniziare, perché si mostrano sicuri. Occorre inoltre essere sinceri ed evitare di alzarsi perchè durante un colloquio di gruppo tutti sono sullo stesso piano. Si passa poi ad altre prove, durante le quali si esamina la capacità dei vari candidati a relazionarsi con gli altri, e poi ad un colloquio individuale. Alla fine è assolutamente vietato congedarsi con un bacio, basta una stretta di mano.

Rispondi