Bandi lavoro dalla Camera di Commercio di Padova

di Roberto Rais Commenta

lavoroLa Camera di Commercio di Padova ha approvato lo stanziamento di 600 mila euro per bandi a sostegno delle imprese locali, in tema di avviamento al lavoro, innovazione, prevenzione incendi ed efficienza energetica. Vediamo allora nel dettaglio di cosa si occuperanno i quattro bandi, quali sono le scadenze imposte dai singoli regolamenti, e in che modo sia possibile inviare la propria domanda di partecipazione alle iniziative.

Ecco i singoli 4 bandi:

  1. Bando per la concessione di contributi alle imprese per favorire l’assunzione di giovani: sono stati stanziati 200 mila euro per supportare la stabilizzazione dei rapporti di lavoro, favorire le assunzioni di personale a tempo indeterminato e le trasformazioni migliorative dei contratti. Candidature fino al 31 dicembre 2013 (vedi anche modifiche a società e start up innovative, delle quali abbiamo parlato pochi giorni fa sulla base di un nuovo provvedimento legislativo).
  2. Bando per la concessione di contributi alle imprese agricole per la sicurezza e l’adeguamento alla normativa antincendio: c’è tempo fino al 30 novembre 2013 per poter partecipare all’erogazione di 100 mila euro, a copertura del 50 per cento della spesa relativa alla consulenza.
  3. Bando per la concessione di contributi alle imprese per l’innovazione tecnologica: c’è tempo fino al 31 dicembre 2013 per poter partecipare al contributo a fondo perduto per un ammontare massimo di 5 mila euro, per spese sostenute per brevettazione acquisto attrezzature per cloud computing, realizzazione di siti web per l’e-commerce, gestione documentale e dematerializzazione.
  4. Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità superiori a quelli previsti dalla legge: da settembre a dicembre si potrà conseguire l’erogazione di un massimo di 2 mila euro come contributo a fondo perduto che le imprese vincitrici potranno ricevere per coprire il 50 per cento delle spese sostenute per interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica di strutture o impianti o alla realizzazione di impianti a fonti rinnovabili.

Rispondi