Autocertificazione per ricongiungimento familiare

di Stefania Russo Commenta

I lavoratori stranieri presenti in Italia in possesso di regolare carta di soggiorno o permesso di soggiorno e di determinati requisiti...

I lavoratori stranieri presenti in Italia in possesso di regolare carta di soggiorno o permesso di soggiorno e di determinati requisiti in termini di reddito e di alloggio, possono chiedere il ricongiungimento familiare.

I familiari residenti all’estero per i quali può essere richiesto il ricongiungimento sono: il coniuge, sempre che non sia legalmente separato; i figli minorenni; i figli maggiorenni, qualora per ragioni oggettive non possano provvedere alle proprie esigenze di vita in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale; i genitori a carico, qualora non abbiano altri figli nel paese di origine o di provenienza oppure qualora questi siano impossibilitati al loro sostentamento per gravi documentati motivi di salute.


Per quanto riguarda i requisiti di reddito, per poter ottenere il ricongiungimento familiare è necessario che il lavoratore straniero alleghi alle sua richiesta idonea documentazione. In particolare, sia nel caso in cui sia un lavoratore domestico che nel caso in cui sia un lavoratore dipendente è necessario allegare l’autocertificazione del datore di lavoro, con la quale quest’ultimo dichiara di aver assunto o di avere ancora alle proprie dipendenze il cittadino straniero. Tale autocertificazione deve essere redatta su modello S3, scaricabile attraverso il link in basso, nel quale devono essere indicati i dati del datore di lavoro, quelli del lavoratore e la retribuzione mensile.

Nel caso dei lavoratori dipendenti, sempre al fine del soddisfacimento dei requisiti di reddito, occorre allegare alla domanda anche la fotocopia dell’ultima dichiarazione dei redditi, il modello CUD o, in assenza, la comunicazione di assunzione al Centro per l’Impiego/Inps; la fotocopia del contratto di lavoro e le fotocopie delle buste paga dell’anno in corso. Nel caso dei lavoratori domestici, invece, occorre allegare, oltre all’autocertificazione dei datore di lavoro, anche la fotocopia dell’ultima dichiarazione dei redditi o, in assenza, la comunicazione di assunzione al centro per l’impiego/Inps, nonché le fotocopie dei bollettini di versamento dei contributi Inps relativi ai trimestri dell’anno precedente e dell’anno in corso.

Downlaod modulo S3

Rispondi