Ammortizzatori sociali 2012 in deroga nella Regione Lombardia

di Lucia Guglielmi Commenta

A valere sull'anno 2012, la CIGD vedrà anche in coinvolgimento di persone che sono in disoccupazione oppure in mobilità ordinaria.

Negli ultimi due anni, nella Regione Lombardia, gli ammortizzatori sociali in deroga hanno garantito la protezione sociale ed imprenditoriale di ben 21 mila aziende e ben 160 mila lavoratori. A metterlo in evidenza nei giorni scorsi è stata l’Amministrazione regionale in concomitanza con l’accordo sottoscritto con le parti sociali sull’utilizzo degli ammortizzatori sociali in deroga a valere sull’anno 2012.

Nel dettaglio, è stato siglato l’apposito Accordo Quadro che rafforza ancora di più per il 2012 la finalità di utilizzare la cassa integrazione in deroga per ricollocare i lavoratori di aziende in difficoltà sul mercato del lavoro.



CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA (CIGO)

Con la cassa integrazione in deroga, infatti, si garantisce sostegno al reddito a quei lavoratori alle prese con crisi di aziende che difficilmente possono riprendere o continuare l’attività. E così, a fronte di un efficiente monitoraggio della spesa legata all’accesso agli ammortizzatori sociali in deroga, la Regione Lombardia intende continuare a portare avanti un discorso di ricollocazione del lavoratori che, a valere sull’anno 2012, vedrà anche il coinvolgimento di persone che sono in disoccupazione oppure in mobilità ordinaria.

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA (CIGS)

La cassa integrazione guadagni in deroga, lo ricordiamo, è uno strumento anticrisi introdotto negli anni scorsi per il sostegno alle imprese e soprattutto per garantire un’integrazione salariale a quei lavoratori che non hanno i requisiti per poter accedere alla CIGO, ovverosia alla cassa integrazione guadagni ordinaria. Valida per specifici settori produttivi, la CIG in deroga scatta a seguito di specifici accordi come quello siglato in Lombardia tra l’Amministrazione regionale e le parti sociali.

Rispondi