Credito alle imprese dalla Bei

di Fabrizio Martini Commenta

La Banca Europea per gli Investimenti ha sbloccato 660 milioni di euro da destinare al sistema produttivo italiano.

bei

La congiuntura dell’economia non è favorevole e il sistema italiano è in forte difficoltà. Proprio di questa settimana sono i dati sugli acquisti. Il crollo dei consumi si riflette su occupazione e produzione e ciò ricade anche sulle casse dello stato, infatti dagli ultimi conteggi calano ancora gli introiti Iva nei primi  cinque mesi del 2013.

Buone notizie sembrano arrivare dal fronte europeo. Pare che la situazione sembra sbloccarsi e forse un po’ di ossigeno arriverà dalla Banca Europea per gli Investimenti, cosiddetta BEI. Pare che verranno investiti soldi freschi ed immediati da parte dell’Unione Europea per dare credito alle imprese e agli studenti italiani.

Infatti le casse dell’erario hanno infatti fornito solo una piccola parte dei 20 miliardi di euro annunciati dal governo per lo sblocco dei pagamenti. Il Governo Letta ha infatti promesso alle imprese il pagamento dei debiti delle pubblica amministrazione.

La Banca europea per gli investimenti (Bei) ha effettuato una manovra che è passata inosservata a molti, e ha sbloccato ben 661 mln di euro a sostegno del comparto produttivo italiano. I fondi saranno erogati attraverso il Gruppo Intesa Sanpaolo. La Bei infatti lavora in stretta sinergia con il gruppo bancario italiano I fondi saranno ripartiti in quote e ne beneficeranno per 400 mln di euro le pmi, attraverso linee di credito dedicate.

Altri 20 mln di euro saranno destinati al finanziamento dei prestiti agli studenti universitari. Inoltre altri 16 mln di euro andranno a sostegno di iniziative di social housing a Parma; previsti altri 100 mln di euro che finanzieranno iniziative nel campo delle energie rinnovabili e ben 60 mln di euro attività nel campo dell’ambiente. Poi la restante parte che ammonta a ben 65 mln di euro andrà a sostenere dei progetti di efficientamento energetico delle scuole in provincia di Milano.

Gli investimenti finanziati saranno di tipo a medio-lungo termine e sono mirati a dare fiato all’economia italiana.

 

Rispondi