Truffe on line

di Francesco Di Cataldo Commenta

La cosa inoltre che fa capire che si tratta di una truffa è il fatto che nell'email è richiesto di inserire i dati sensibili..

Internet, oltre a rendere facile il trasferimento dei dati e delle informazioni, purtroppo sta diventando sempre più spesso un mezzo ideale per truffe di ogni genere e tali truffe sono sempre più spesso fatte bene tanto da attirare l’attenzione anche dagli utenti più esperti.

Il metodo per il quale molti truffatori riescono a spillare denaro alla gente prende il nome di fishing che potrebbe essere tradotto in italiano con il verbo abboccare che sta mietendo moltissime vittime anche in Italia.

Se prima era più facile riconoscere la truffa poichè le email inviate erano scritte con un italiano carico di errori, ora tali email riescono ad essere così reali che possono ingannare chiunque.




Le email di fishing arrivano nella propria casella email e in genere hanno come intestazione il nome di una banca italiana o di Poste Italiane ed è difficile riconoscere con un primo impatto che sono email false poichè queste email, ora, sono in grado di mostrare persino un indirizzo email camuffato atto a rendere la provenienza all’apparenza legittima.

Il corpo della email è quasi sempre una immagine con parole, quindi, non selezionabili con il mouse ed in fondo a tale immagine è presente un link che possiede un indirizzo reale della banca o della posta alla quale l’email fa riferimento
.

Essenso però tutta la schermata una immagine (una foto quindi) , la stessa è collegata ad un indirizzo truffaldino sul quale viene richiesto di inserire alcuni dati sensibili che possono portare ad una sottrazione illecita di denaro da parte di persone senza una reale coscenza umana.

Spesso vengono poi prelevati indebitamente piccole somme di denaro in modo da non destare sospetti. Con questo meccanismo l’utente pensa veramente di essere collegato al sito reale, anche perchè in genere la grafica risulta essere identica all’originale, ma in realtà si trova su un sito truffa.

Nell’immagine sottostante è presente una tipica email di fishing che è usata ultimamente per truffare moltissimi utendi ignari.

Come potete vedere il testo non è selezionabile e alla fine è presente un link che sembrerebbe legittimo, ma in realtà tutta l’immagine è linkata ad un altro sito che risulta essere una truffa.

La cosa inoltre che fa capire che si tratta di una truffa è il fatto che nell’email è richiesto di inserire i dati sensibili, cosa che nessun organo legittimo si sognerebbe mai di chiedere. Attenzione allora!!

Rispondi