Guadagnare con la propria casa (prima parte)

di Giuseppe Aymerich Commenta

Il quotidiano “Il Sole 24 Ore” ha pubblicato alcuni giorni fa un’approfondita e interessantissima guida su alcune strade mediante le quali chiunque può sperare di avere un reddito aggiuntivo..

Il quotidiano “Il Sole 24 Ore” ha pubblicato alcuni giorni fa un’approfondita e interessantissima guida su alcune strade mediante le quali chiunque può sperare di avere un reddito aggiuntivo, ottenuto semplicemente valorizzando ciò che già si possiede, il bene per eccellenza: la casa.

Alcuni suggerimenti sono già noti, altri sono una chicca perfino sorprendente. In tutti i casi, comunque, è proprio in tempi di crisi come gli attuali che l’italica arte di arrangiarsi può portare a nuovi guadagni inaspettati.


Un circuito, ad esempio, tutt’altro che conosciuto è quello noto come “home food”. In pratica, si offre ai turisti una piacevole alternativa a ristoranti e pizzerie: si va a mangiare a casa di un privato cittadino e della sua famiglia. Ma non si pensi che la propria casa diventerebbe un porto di mare accessibile a tutti: l’offerta è rigidamente riservata agli altri membri del circuito (attualmente in Italia sono un migliaio, di cui cinquecento si propongono come aspiranti “ristoratori”). E nessun rischio di brutte sorprese nemmeno per l’ospite: i padroni di casa devono rispettare una sorta di codice deontologico. Il prezzo medio per un pranzo di genere “home food” si aggira intorno ai trentacinque euro, come anche la tariffa annua da versare all’associazione.


Un’ipotesi di guadagno ben più succulenta, comunque, è data dalla possibilità di mettere a disposizione la propria casa o ufficio a produzioni cinematografiche o televisive. Immaginiamo che in una fiction occorra girare una scena nello studio di un avvocato o in una villa campestre: per i produttori è molto più semplice prendere in affitto un fabbricato autentico per un giorno di riprese piuttosto che attrezzare a dovere una location fittizia. E i ricavi per gli offerenti partono dai mille euro al giorno in su.

Rispondi