Incentivi rinnovabili col bando POI

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Sul totale di 100 milioni di euro di risorse a disposizione, una quota pari a 70 milioni di euro sarà destinata all'istituzione di un apposito Fondo rotativo.

Ben 100 milioni di euro di risorse finanziarie, che, sotto forma di incentivazioni, potranno essere concessi per interventi legati al risparmio energetico ed alle energie rinnovabili. Questo grazie al Bando POI che è stato adottato dal Ministero dello Sviluppo Economico, ed in particolare dalla Direzione generale per l’incentivazione delle attività imprenditoriali in base alla programmazione 2007-2013.

Nel dettaglio, i finanziamenti del POI Energia sono destinati ad una specifica misura, quella recante “Interventi di attivazione di filiere produttive che integrino obiettivi energetici ed obiettivi di salvaguardia dell’ambiente e dello sviluppo del territorio”.



TROVARE LAVORO CON UN MASTER IN GREEN ECONOMY

Sul totale di 100 milioni di euro di risorse a disposizione, una quota pari a 70 milioni di euro sarà destinata all’istituzione di un apposito Fondo rotativo che, precisa il Ministero attraverso una nota pubblicata sul proprio sito Internet, permetterà l’erogazione di finanziamenti agevolati.

RICERCA LAVORO FONTI RINNOVABILI

I soggetti interessati alla partecipazione al Bando, nel rispetto dei requisiti previsti, potranno presentare la domanda entro un termine massimo di 30 giorni a partire dal 90-esimo giorno successivo a quello della pubblicazione dell’apposito Decreto in Gazzetta Ufficiale.

Dal sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico, relativamente proprio al Bando POI, è possibile visionare e scaricare tutta la documentazione, che spazia dal Bando stesso ad un documento con informazioni e precisazioni sugli interventi ammissibili, e passando per la scheda tecnica di progetto, il modulo per la presentazione della domanda ed il file riassuntivo di quelli che sono i criteri di valutazione per l’accesso ai fondi.

Rispondi