Incentivi PMI per innovazione

di Lucia Guglielmi Commenta

Pronti i contributi per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, per l’innovazione commerciale ed organizzativa, ma anche per la tutela ambientale.

Ammontano ad oltre 21 milioni di euro, nella Regione Sardegna, le risorse per le PMI operanti sul territorio affinché queste possano mettere a punto e finanziare programmi per l’innovazione. Questo dopo che l’Amministrazione regionale, ed in particolare l’Assessorato regionale all’industria, ha approvato l’apposito testo che fissa le disposizioni da osservare per la presentazione delle domande.

Trattasi, nello specifico, di un Bando che, poggiando sulle risorse previste dal Fondo europeo di sviluppo regionale, mira a sostenere i programmi per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, per l’innovazione commerciale ed organizzativa, ma anche per la tutela ambientale e per l’innovazione tecnologica.



FINANZIAMENTI RETI DI IMPRESA PER LA RICERCA

I destinatari dei contributi stanziati sono tutte le piccole e medie imprese (PMI), con l’esclusione di quelle che operano nel campo dell’artigianato, che hanno la propria localizzazione a livello produttivo nella Regione Sardegna, e che operano in specifici settori dell’economia.

CONTRIBUTI FONDO PERDUTO PER LA FORMAZIONE IN AZIENDA

In particolare, possono presentare domanda, tra le altre, le piccole e medie imprese (PMI) operanti nel manifatturiero, design specializzato, consulenza e servizi informatici, servizi logistici, ricerca scientifica, distribuzione delle merci e settore agro industriale. I criteri di valutazione delle domande presentate saranno con la modalità cosiddetta a sportello, il che significa che si terrà conto dell’ordine cronologico di presentazione. Il decreto, il procedimento ed il bando collegato agli incentivi per l’innovazione delle PMI si possono come al solito visionare e scaricare collegandosi al sito Internet della Regione Sardegna, www.regione.sardegna.it.

Rispondi