Contratti conciliazione vita-lavoro, come chiedere gli sgravi contributivi per le aziende

di Fabiana Commenta

 

C’è tempo fino a mercoledì 15 novembre 2017 per poter presentare online la domanda relativa agli sgravi e benefici per le imprese che favoriscono la conciliazione vita-lavoro. Il nuovo modello di lavoro offre la possibilità di poter conciliare al meglio la vita privata e il lavoro in modo tale che il lavoratore possa essere più produttivo e lavorare meglio.

conciliazione vita lavoro

Anche le aziende ci guadagnano visto che possono accedere agli sgravi contributivi previsti dal decreto interministeriale del 12 settembre 2017 e delineati dall’Inps con la circolare n. 163/2017. L’erogazione delle risorse previste, pari in totale a 110 milioni di euro, verrà distribuita in due fasi diverse anche se ogni azienda potrà usufruire una sola volta dello sgravio nel biennio 2017-2018:

Per poter accedere allo sgravio necessario rispettare alcuni requisiti:

le forme di conciliazione offerte con il contratto depositato devono riguardare almeno due tra gli istituti di conciliazione elencati nel decreto e almeno uno deve rientrare nelle aree di intervento genitorialità o flessibilità organizzativa;

SGRAVI CONTRIBUTIVI, LA CIRCOLARE INPS

il contratto aziendale deve riguardare almeno il 70% dei dipendenti;

i contratti collettivi aziendali devono essere sottoscritti e depositati telematicamente presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro tra il 1° gennaio 2017 e il 31 agosto 2018;

possesso della regolarità contributiva attestata tramite il DURC;

rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

La prima fase 2017 è relativa ai contratti sottoscritti e depositati dal 1° gennaio 2017 al 31 ottobre 2017 e la seconda riguarderà i contratti sottoscritti e depositati dal 1° novembre 2017 al 31 agosto 2018.

La domanda deve essere inoltrata dal datore di lavoro in forma telematica con il modulo “Conciliazione Vita-Lavoro” dalla piattaforma “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet dell’Istituto http://www.inps.it.

Nel modulo dovranno essere inseriti i dati identificativi dell’azienda, la data di sottoscrizione del contratto aziendale; la data di avvenuto deposito telematico del contratto presso l’Ispettorato territoriale del Lavoro territorialmente competente; il codice deposito contratto; le misure di conciliazione vita-lavoro previste nel contratto depositato, la dichiarazione di conformità del contratto aziendale alle disposizioni del decreto interministeriale del 12 settembre 2017. L’ammissione al beneficio parte dal dal trentesimo giorno successivo alla scadenza , ovvero il 16 dicembre 2017.

photo credits | think stock

Rispondi