Nuove norme “Brunetta” per i dipendenti pubblici (seconda parte)

di Giuseppe Aymerich Commenta

Proseguendo nell’analisi delle possibili sanzioni per i dipendenti pubblici nel mirino del ministro Brunetta, ci sono le diverse ipotesi..

consiglio dei ministri

Proseguendo nell’analisi delle possibili sanzioni per i dipendenti pubblici nel mirino del ministro Brunetta, ci sono le diverse ipotesi per cui il funzionario può essere sospeso dal servizio, che può verificarsi in tre casi.

Il primo è costituito dalla complicità od omertà di un dipendente verso i colleghi fannulloni: chi si rifiuta di collaborare nel corso di un procedimento disciplinare a danno di un altro lavoratore, è sanzionabile con la sospensione fino a quindici giorni.


Il secondo caso è quello della Pubblica Amministrazione costretta a risarcire un cittadino a causa degli illeciti o delle mancanze compiute da un dipendente pubblico: costui può essere sospeso da tre giorni a tre mesi, a seconda dell’entità dell’indennizzo da erogare.

Infine, c’è il caso del mancato esercizio dell’azione disciplinare quando dovuta: è una sanzione a carico dei dirigenti, e anch’essa può portare alla sospensione fino a tre mesi.


In tutte e tre le ipotesi descritte, la sospensione del servizio si accompagna con la privazione della corrispondente retribuzione e, nel caso, dei dirigenti, anche dell’indennità di risultato.

La quarta e ultima grande tipologia di sanzioni, infine, riguarda l’ipotesi in cui il dipendente sia messo a riposo (fino a due anni), per essere quindi licenziato o ricollocato; se ricollocato, però, è probabile che il suo ruolo e la sua retribuzione siano rivisti pesantemente al ribasso.

Questa soluzione è applicabile nei casi di gravi danni recati all’ufficio pubblico a causa della propria inefficienza e incompetenza. È un’ipotesi molto ampia e ricca di sfumature, così sarà importante vedere come la norma sarà applicabile nella pratica. In ogni caso, tutto dipenderà dal giudizio espresso dalle commissioni valutatrici istituite ad hoc in ogni comparto della Pubblica Amministrazione.

Rispondi