Dilazione rate Equitalia

di Fabrizio Martini Commenta

Il decreto del fare ha portato corpose novità in tema di Equitalia soprattuto sul tema delle dilazioni dei debiti tributari.

equitalia

Le rate Equitalia sono stare oggetto di particolari novità negli ultimi giorni; il decreto “del fare” emanato nella serata di sabato dal Governo Letta e presentato alla fine del Consiglio dei Ministri con una grande conferenza stampa ha regolato molti aspetti inerenti l’agenzia di riscossione dei tributi in Italia.

 

Le novità del provvedimento sulle semplificazioni e le misure del Decreto del Fare su Equitalia e crescita sono molto consistenti. La prima novità riguarda la rateizzazione dei debiti fiscali per tutti i soggetti nei confronti di Equitalia.

Il legislatore era già intervenuto in questo ambito e aveva già cercato di dare fiato al settore dell’impresa, oppresso dai una politica fiscale molto stringente e soprattutto da una altissima tassazione. La forma di pagamento più utilizzata dei debiti fiscali considerato proprio il grave periodo di crisi economica, sociale e di liquidità che viviamo, è proprio la rateazione.

Nel caso in cui il contribuente abbia dei debiti fiscali infatti può chiedere la rateazione e quindi patteggiare con Equitalia una certa cifra mensile ridotta e spalmata nel tempo. La direttiva di Equitalia dello scorso 7 maggio ha curato proprio questo aspetto elevando dai 20 mila ai a 50 mila euro l’importo del debito fiscale che sarà possibile rateizzare per il contribuente. Avverrà tutto in maniera automatica, infatti non sarà necessario per il contribuente allegare alcuna documentazione che dimostri la situazione di grave difficoltà economica che l’azienda di proprietà sta attraversando nel periodo in cui si chiede la rateizzazione del debito tributario.

Il decreto “del fare” approvata dal nuovo Governo Letta ha introdotto delle particolari novità per i contribuenti. Infatti su richiesta del contribuente, presentata attraverso una istanza, e nei casi di aziende in situazioni di obiettiva difficoltà economica, potranno essere dilazionate le rate Equitalia fino ad un massimo di 120 tranche mensili.

Sarà inoltre possibile prorogare la stessa per una sola volta per ulteriori 120 mesi. Esiste però una condizione per poter accedere a questa ulteriore proroga: non deve infatti essere intervenuta la decadenza di questo vantaggio.

Le rate dovute ad Equitalia scadranno nel giorno del mese che viene stipulato tra le parti e che viene indicato nell’atto di accoglimento dell’istanza di rateazione. La decadenza della rateazione del debito avverrà solo nel caso in cui non si procederà pagamento di 8 rate, anche nel caso in cui non siano consecutive:  L’agente della riscossione Equitalia non potrà inoltre iscrivere una ipoteca in pendenza di cartella esattoriale pagata a rate.

 

Rispondi