Trento e Bolzano capitali dei mutui

di Giuseppe Aymerich Commenta

La società Crif Decision Solutions ha pubblicato la sua annuale analisi sullo stato dei mutui erogati in Italia nel corso del 2009..

La società Crif Decision Solutions ha pubblicato la sua annuale analisi sullo stato dei mutui erogati in Italia nel corso del 2009.

L’indagine condotta dalla Crif mette in luce come il complesso dei finanziamenti erogati agli italiani abbia avuto nell’anno trascorso un arretramento rispetto al 2008. L’ammontare totale si è infatti ridimensionato dello 0,8%: una riduzione, tuttavia, modesta rispetto alle attese.


Il timore, infatti, era che le difficoltà legate alla crisi, la riduzione del potere d’acquisto, il ritorno della disoccupazione e l’accresciuta diffidenza degli istituti di credito avrebbero congiuntamente spinto verso un taglio ben più sostanzioso.

L’analisi condotta dalla Crif, che analizza l’andamento dei mutui erogati su base provinciale, può essere scomposta in due ordini di parametri: l’ammontare medio dei prestiti erogati e la variazione dello stesso rispetto al 2008.

In ordine al primo parametro, scopriamo che è il Trentino Alto Adige (di cui possediamo soltanto dati aggregati a livello regionale) l’angolo d’Italia dove i prestiti assumono i valori più alti. Il finanziamento medio erogato ai mutuatari locali è infatti pari a 224.627 euro: un’enormità, considerando il distacco verso la seconda classificata, Sondrio (190.765 euro) e che la media nazionale è pari a 152.980 euro. All’altro capo della graduatoria troviamo il Medio Campidano, unica provincia con un valore inferiore ai centomila euro (92.042, per l’esattezza).


Il distacco in valore assoluto fra Nord e Sud è largamente rimescolato nella seconda analisi, di tipo relativo. La provincia in cui, rispetto all’anno scorso, l’ammontare medio dei mutui è cresciuto maggiormente è infatti Matera (+21,8%), seguita dalla già citata Sondrio e, a sorpresa, da L’Aquila, nonostante le difficoltà legate al terremoto. In fondo alla classifica, invece, le province siciliane di Trapani e Caltanissetta, in cui il valore medio dei mutui erogati è precipitato del 18,8%.

Rispondi