Intesa Sanpaolo e Assolombarda ancora insieme per le PMI

di Lucia Guglielmi Commenta

Il nuovo accordo si spinge a favore delle PMI lungo due direttrici, rappresentate dallo sviluppo dimensionale, e dal rilancio occupazionale.

Assolombarda ed Intesa Sanpaolo hanno confermato nei giorni scorsi il proprio impegno congiunto a sostegno del sistema imprenditoriale italiano, ed in particolare per le PMI attraverso lo stanziamento di un plafond pari a 1 miliardo di euro. In particolare, il nuovo accordo si spinge a favore delle PMI lungo due direttrici, rappresentate dallo sviluppo dimensionale, e dal rilancio occupazionale puntando sul capitale umano.

Nel dettaglio, il Gruppo bancario italiano Intesa Sanpaolo, oltre a concedere credito, fornirà anche consulenza e formazione in materia di riorganizzazione societaria e crescita dimensionale attraverso le operazioni di finanza straordinaria. Alla voce “capitale umano”, invece, l’accordo prevede che Intesa Sanpaolo possa finanziare, in ragione dell’ampio plafond stanziato, progetti di formazione e di welfare aziendale, ma anche interventi per lo sviluppo occupazionale.



FINANZIAMENTI CONSORZI FIDI PER LA COPERTURA DEL FONDO RISCHI

L’alleanza per le PMI, da parte del Gruppo bancario Intesa Sanpaolo e di Assolombarda, giunge così al suo terzo anno a fronte della messa a punto di nuove soluzioni che per le piccole e medie imprese possano essere non solo al passo coi tempi, ma anche in linea con le mutate esigenze dettate dallo scenario macroeconomico, finanziario e congiunturale.

FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA DEL PROGRAMMA PER LA COMPETITIVITA’

L’accordo permette infatti di rafforzare il dialogo ed il rapporto tra banca ed impresa in modo tale da portare a vantaggi reciproci in materia di erogazione e di concessione di credito per poter crescere, rafforzarsi e diventare più competitivi tanto in Italia quanto sui mercati esteri.

Rispondi