Finanziamenti sostegno PMI nella Regione Marche

di Lucia Guglielmi Commenta

Sull'accesso al credito si farà leva sui consorzi fidi per le garanzie sui finanziamenti.

Il 2012 sarà un anno difficile per l’Italia dal punto di vista macroeconomico; questo perché difficilmente il nostro Paese sfuggirà ad una fase di recessione che, si spera, possa essere breve. Ed allora nelle Marche l’Amministrazione regionale nei giorni scorsi è corsa ai ripari firmando un’apposita intesa per il sostegno all’economia ed alle PMI della Regione, in particolare quelle operanti nel settore dell’artigianato.

Nel dettaglio, si punterà per l’anno prossimo su iniziative finalizzate a favorire l’accesso al credito anche attraverso il sistema dei fondi di solidarietà; ma non mancheranno anche i Bandi per l’incentivazione della ricerca e dell’innovazione, e per far fare squadra alle PMI attraverso la creazione di nuove reti d’impresa.



INCENTIVI IMPRESE PER INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA E TECNOLOGICA

Sull’accesso al credito si farà leva sui consorzi fidi per le garanzie sui finanziamenti, così come con l’intesa la Regione ed il mondo dell’artigianato si sono impegnati ad istituire un apposito tavolo per il sistema creditizio. Questo perché non mancano le PMI che a causa della pessima congiuntura sono in crisi di liquidità; una crisi che tra l’altro si autoalimenta a causa dei ritardi nei pagamenti da parte delle Amministrazioni Pubbliche, ed in particolare di società pubbliche riconducibili ai Comuni che hanno ancora le mani legate in merito al rispetto del cosiddetto Patto di Stabilità.

FINANZIAMENTI CONSORZI FIDI PER COPERTURA FONDO RISCHI

Non a caso nell’intesa tra le Regione Marche e le Associazioni dell’artigianato c’è anche l’obiettivo della semplificazione, dell’abbattimento di ritardi nei pagamenti da parte della PA, nonché progetti di investimento per la crescita sui mercati esteri al fine di scongiurare ogni processo di delocalizzazione.

Rispondi