Finanziamenti imprese per attrezzature e brevetti

di Filadelfo Scamporrino Commenta

A favore dell’economia milanese, nei giorni scorsi la Camera di Commercio locale ha annunciato una nuova discesa in campo al fine di sostenere il sistema delle PMI. Questo, in particolare, grazie a due milioni di dotazione finanziaria.

A favore dell’economia milanese, nei giorni scorsi la Camera di Commercio locale ha annunciato una nuova discesa in campo al fine di sostenere il sistema delle PMI. Questo, in particolare, grazie ad una dotazione finanziaria da due milioni di euro stanziata grazie anche al contributo del Comune, e promossa dalla Camera di Commercio di Milano per rendere più agevole, per le piccole e medie imprese milanesi, l’accesso al credito con numerose finalità.

In particolare, potranno essere stipulati finanziamenti garantiti attraverso le Cooperative Fidi ed i Consorzi Fidi, per finalità che spaziano dagli investimenti produttivi, ad esempio acquisto di macchinari ed attrezzature, alla riqualificazione della struttura finanziaria dell’impresa, e passando per gli interventi per la patrimonializzazione aziendale.



VOUCHER INNOVAZIONE E BREVETTI EUROPEI

Sono ammesse per l’accesso ai finanziamenti anche gli investimenti per i brevetti ed i marchi, e per acquistare o ristrutturare degli immobili. Per poter presentare le richiesta di finanziamento garantito occorre che la PMI risulti essere iscritta all’apposito Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano.

CREDITO IMPRESE PER SUPERARE LA CRISI

I moduli di iscrizione, ed il relativo Bando, sono visionabili e scaricabili direttamente dal sito Internet della Camera di Commercio di Milano, mentre per chiarimenti ci si può rivolgere all’Ufficio credito dell’Ente camerale. Tramite il Confidi, le domande possono essere presentate in via telematica entro e non oltre, salvo proroghe, la data del 31 luglio del 2012. I contributi, a seconda delle finalità di utilizzo dei finanziamenti garantiti, potranno essere erogati sotto forma di fondi per l’abbattimento degli interessi, oppure a fondo perduto per specifiche quote.

Rispondi