Ciclo di vita finanziaria dell’impresa: la fase della crescita

di Giuseppe Aymerich Commenta

Se l’impresa riesce a superare la difficile fase dell’avvio (si calcola che mediamente circa la metà delle aziende italiane chiudano..

ritaglio di una fabbrica italiana

Se l’impresa riesce a superare la difficile fase dell’avvio (si calcola che mediamente circa la metà delle aziende italiane chiudano i battenti entro i primi tre anni), il passaggio successivo, certo meno drammatico, è quello della crescita.

Cosa avviene? I ricavi aumentano costantemente, man mano che i prodotti cominciano ad essere conosciuti dai consumatori e dai clienti in genere; per contro non vi è più grande bisogno di fare investimenti, mentre le inefficienze e le fragilità interne tendono ad essere scoperte e sanate una dopo l’altra, con riduzione progressiva dei costi medi sostenuti.


I ricavi, finalmente, cominciano così a salire rispetto ai costi, a coprirli e infine a sopravanzarli, generando utili: utili che saranno trattenuti all’interno dell’azienda stessa (autofinanziamento), facendo venire meno l’esigenza di ricorrere a nuovi apporti dei soci.


Ma anche i rapporti con le banche migliorano sensibilmente: gli istituti di credito, infatti, saranno finalmente disposti a venire incontro, attraverso finanziamenti flessibili, alle esigenze della nostra ditta, che ora è in grado di offrire sufficienti garanzie sul rimborso di quanto dovuto e di pagarne gli interessi.

È in questa fase perciò, che l’impresa inizia ad indebitarsi notevolmente, ma questo non va inteso come elemento necessariamente negativo: le passività serviranno a coprire quegli investimenti con cui l’impresa tenderà ad irrobustirsi ulteriormente.

Con il passare del tempo, l’impresa tenderà così a guadagnare una quota di mercato sempre più consistente, e i fenomeni descritti si produrranno in misura sempre più evidente. Sarà anche possibile avviare le cosiddette “economie di scala”: il fenomeno per il quale si riesce a ridurre il costo medio di un prodotto all’aumentare del volume di produzione, per l’effetto congiunto di diversi fattori tecnici.

E anche le economie di scala favoriranno la produzione dell’autofinanziamento da parte dell’azienda.

Rispondi