Indagini complesse per stanare gli evasori (I)

di Giuseppe Aymerich Commenta

In questi giorni, il Comando generale della Guardia di Finanza sta illustrando nel dettaglio i risultati della lotta all’evasione fiscale..

fiamme-gialle

In questi giorni, il Comando generale della Guardia di Finanza sta illustrando nel dettaglio i risultati della lotta all’evasione fiscale condotta nel 2008.

Fra i dati messi a disposizione dalle Fiamme Gialle a favore degli organi di informazione, spiccano alcune particolari indagini che mettono in luce quanto oggi sia fondamentale il lavoro cosiddetto di “intelligence”, ossia lo scambio di informazioni e l’aggiornamento delle banche dati, per trovare i risultati voluti.


Talvolta, anzi, si finisce per ottenere per questa via riscontri più utili rispetto agli stessi controlli sul territorio.
Il quotidiano “Il Sole 24 Ore” ha in questi giorni pubblicato i resoconti di tre operazioni condotte dalla GdF nei mesi passati, denominate rispettivamente “Progetto Saturno”, “Progetto Ermes” e “Progetto Phone Tree”.


La prima di queste missioni riguardava il mondo delle aziende agrituristiche: si trattava di verificare quante di loro dichiaravano e sottoponevano a tassazione i contributi comunitari ricevuti.

Poiché tali contributi vengono erogati dagli enti locali, è stata richiesta la collaborazione di tutte le Regioni, le Province e i Comuni d’Italia, le quali hanno risposto inviando i dati in loro possesso sui percipienti, gli importi e le date di ogni agevolazione.

Il difficile è stato riordinare quest’enorme mole di informazioni e poi confrontarle con le dichiarazioni delle imprese coinvolte. Di concerto con la SOGEI è stato predisposto un software specifico per fare il confronto e consentire l’emersione delle anomalie, ognuna delle quali è stata poi oggetto di verifica approfondita.

Il risultato è stato quello di avviare ottantadue verifiche, che hanno fatto emergere oltre nove milioni di imponibile IRPEF/IRES o IRAP non dichiarato, a cui dovrebbero corrispondere circa tre milioni di euro di imposte evase e a cui andranno ora sommati gli interessi e le sanzioni.

Rispondi