Imposta sugli intrattenimenti, la SIAE a caccia di evasori

di Giuseppe Aymerich Commenta

La Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE) è da molti anni incaricata da parte dell’Amministrazione Finanziaria di una serie di attività legate alla riscossione e al controllo di diversi tributi..

siae

La Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE) è da molti anni incaricata da parte dell’Amministrazione Finanziaria di una serie di attività legate alla riscossione e al controllo di diversi tributi, con particolare riferimento soprattutto all’imposta sugli intrattenimenti e all’IVA dovute da chi opera nel settore degli spettacoli: cinema, teatri, concerti, discoteche, circhi e tanti altri ambiti, senza scordare il web.

Le linee programmatiche dell’azione della SIAE sono concordate annualmente con il rinnovo di una convenzione stipulata con l’Agenzia delle Entrate; l’azione della società è ricompensata con una percentuale sugli incassi accertati e sui verbali di constatazione delle violazioni riscontrate.


L’azione della SIAE, dati alla mano, è sempre stata capillare e proficua per le casse dell’Erario, tanto che la convenzione per il 2010 assegna alla società l’ambizioso incarico di eseguire un minimo di ventimila accessi presso le sedi delle aziende e associazioni interessate.

L’attenzione sarà rivolta sia a controllare scrupolosamente la documentazione contabile (registri, fatture ecc.), sia a controllare i registratori di cassa e gli altri apparecchi di misurazione fiscale. Un occhio di riguardo andrà riservato a comprendere e a verificare la liceità dei diffusi e spesso complicati sistemi di prenotazione automatica e di biglietteria meccanizzata.

C’è anche un altro settore, molto specifico, che l’Agenzia delle Entrate ha segnalato alla SIAE: la verifica della sussistenza dei requisiti per fruire delle agevolazioni (sotto forma di crediti d’imposta) riservate ai titolari delle sale cinematografiche.


In generale, comunque, la convenzione punta molto sulla programmazione dei controlli da eseguire, al fine di rivolgere il mirino soprattutto sulle situazioni più interessanti in termini di lotta all’evasione fiscale.
A proposito dell’attività complessivamente eseguita, la SIAE invierà periodiche e dettagliate relazioni, oltre ad attivare canali di interscambio continuo di informazioni con l’Agenzia delle Entrate.

Rispondi