Contabilità nera: significato e casistiche (II)

di Giuseppe Aymerich Commenta

Sebbene la mancata emissione di fatture, ricevute fiscali o scontrini sia certo la fattispecie più frequente, le operazioni alla base di una..

guardia-di-finanza-fisco

Sebbene la mancata emissione di fatture, ricevute fiscali o scontrini sia certo la fattispecie più frequente, le operazioni alla base di una contabilità nera possono essere di vario altro genere.

Tipico, ad esempio, è fatturare per un importo inferiore, magari promettendo un piccolo sconto al cliente, oppure chiedere a terzi di emettere fatture per operazioni inesistenti (per gonfiare i costi).


I redditi che ne derivano e che non sono dichiarati possono essere distribuiti sottobanco fra i soci, o magari essere utilizzati per scopi ancora più illeciti, come pagare tangenti o finanziare attività illegali.

Quando invece lo scopo è quello di mascherare una situazione di scarsa salute della società, le manovre più tipiche consistono nel gonfiare i ricavi o ridurre i costi, facendo leva sulle poste valutate forfettariamente.


Prudenza vorrebbe, ovviamente, che di questi movimenti non si tenga traccia in alcun modo, ma non sempre è possibile. Quando viene ritrovata una contabilità parallela, per gli investigatori ricostruire l’esatta dinamica finanziaria e reddituale dell’impresa è molto facile, anche perché la legge consente in questi casi di considerare inattendibili i registri ufficiali e prescindere in tutto o in parte da essi, e di ricostruire il reddito effettivo con qualunque mezzo a disposizione, anche puramente presuntivo.

Esiste poi un altro fattore da considerare, e cioè il fatto che i registri contabili possono essere tenuti su computer e stampati solo in un secondo tempo (la legge consente ad esempio di stampare la contabilità 2008 entro il 31 dicembre 2009).

C’è quindi il tempo di risanare le magagne contabili aggiungendo o modificando quello che si vuole, senza poi lasciare tracce dell’accaduto (a meno di non ricorrere alle complesse perizie dei tecnici informatici).

Rispondi