Affitti in nero a Roma

di Giuseppe Aymerich 1

Se l’abitudine di affittare appartamenti senza dichiarare nulla al Fisco è diffusa in tutta Italia..

Se l’abitudine di affittare appartamenti senza dichiarare nulla al Fisco è diffusa in tutta Italia, sia pure con misure diverse, nella Capitale la Guardia di Finanza ha rivelato dati impressionanti.

Secondo le stime, esistono attualmente circa trecentocinquantamila contratti di locazione, ma di essi solo la metà è stata dichiarata regolarmente. L’ipotesi sul tappeto, infatti, è quella di eseguire controlli potenzialmente su centosettantacinquemila appartamenti sparpagliati in tutta Roma, anche se ovviamente questo non sarà possibile (le Fiamme Gialle ne eseguono mediamente mille all’anno).


Il danno per le casse erariali è notevole, intorno ai trecento milioni di euro ogni anno. Va anche segnalato il fenomeno più insidioso e difficile da stanare: i contratti che sono sì dichiarati e registrati, ma per canoni di locazione ben più bassi di quelli effettivi. La differenza viene passata in contanti dalle mani dell’inquilino a quelle del proprietario, e ovviamente smascherarlo è molto difficile.

Nel corso della conferenza stampa in cui sono stati trattati questi temi, si è chiarito che il successo delle attività di verifica si basa sempre più su informazioni a monte: più sono circostanziate queste e meno tempo si perderà in verifiche a vuoto.

In particolare, si cerca di incrociare le intestazioni delle utenze con i nomi dei proprietari: se nella casa del signor Rossi risulta un contratto Telecom intestato al signor Bianchi, la cosa va approfondita; molto gettonato, inoltre, è il controllo degli annunci rivolti agli studenti universitari. Non va trascurato, però, nemmeno il ruolo delle “soffiate” dei privati cittadini.


C’è poi la leva proveniente dall’ICI: il Campidoglio ha elevato del tre per mille l’aliquota a carico di chi dispone di appartamenti non affittati da almeno due anni. In questo modo, si ritiene che molti contraenti in nero dovrebbero preferire mettersi in regola.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Commenti (1)

  1. Sarebbe ora perché non se ne può più di tutti questi affitti e subaffitti in nero!

Rispondi