Maturazione quattordicesima mensilità

di Stefania Russo Commenta

La quattordicesima mensilità viene erogata i primi giorni di luglio a favore dei lavoratori dipendenti il cui contratto di lavoro...

La quattordicesima mensilità viene erogata i primi giorni di luglio a favore dei lavoratori dipendenti il cui contratto di lavoro fa riferimento ad un contratto collettivo nazionale che prevede l’erogazione di tale mensilità aggiuntiva.

Come avviene per la tredicesima, anche in questo caso il lavoratore matura il diritto a ricevere la quattordicesima durante l’intero anno, ne deriva quindi che i primi giorni di luglio riceverà una retribuzione aggiuntiva proporzionale ai mesi effettivamente lavorati, intendendosi per tali le frazioni pari o superiori a 15 giorni.

MATURAZIONE TREDICESIMA MENSILITÀ

Per quanto riguarda le eventuali assenze del lavoratore, ai fini della maturazione della quattordicesima bisogna distinguere a seconda della tipologia e della cause che hanno determinato tali assenze. Più nel dettaglio, concorrono alla maturazione della quattordicesima, quindi in altre parole a tal fine è come se in quei giorni il lavoratore avesse effettivamente prestato la sua attività lavorativa, i giorni di assenza per congedo matrimoniale, ferie, festività, permessi e malattia a totale carico del datore di lavoro.

CALCOLO QUATTORDICESIMA MENSILITÀ

Al contrario, invece, concorrono solo in parte alla maturazione delle tredicesima mensilità le assenze del lavoratore per congedo parentale, malattia e infortunio oltre il periodo coperto dal contratto, servizio di leva, aspettativa non retribuita, sciopero e permessi non retribuiti.

In caso di assenze tutelate dagli enti previdenziali, come quelle per malattia, congedo di maternità e paternità, infortunio sul lavoro per inabilità temporanea, cassa integrazione ordinaria e straordinaria, permessi per allattamento, permessi retribuiti per familiari con handicap, ecc., la maturazione della quattordicesima è garantita dallo stesso ente previdenziale, che provvederà all’integrazione dell’importo complessivo per i giorni in cui il lavoratore non ha prestato la sua attività lavorativa. Tale integrazione, tuttavia, non sarà corrisposta separatamente ma verrà inclusa dal datore di lavoro nella somma corrisposta al lavoratore a titolo di quattordicesima mensilità.

Rispondi