Preventivatore unico RCA (II)

di Giuseppe Aymerich Commenta

In realtà, la lista di preventivi inviati all’indirizzo e-mail del consumatore da parte del preventivatore unico ha una..

preventivatore RCA

In realtà, la lista di preventivi inviati all’indirizzo e-mail del consumatore da parte del preventivatore unico ha una funzione puramente indicativa.

Tutte le società, infatti, adottano proprie formule contrattuali a volte molto complesse: con o senza franchigie, includendo la copertura del furto&incendio o considerandola come una clausola a parte, beneficiando i nuovi clienti con sconti particolari ecc.


E tuttavia, la lista offre quantomeno una serie di suggerimenti sui nomi da tenere d’occhio da parte del cittadino: dopodiché, spetterà a lui contattare le società meglio classificate in graduatoria e contrattare la propria posizione.

Fra l’altro, risulta spesso che le offerte migliori siano quelle proposte da piccole società i cui nomi sono magari sconosciuti al grande pubblico.


Partito in sordina, grazie al passaparola il preventivatore unico sta cominciando ad ottenere un certo successo fra i navigatori: oltre ventimila contatti nella prima settimana di funzionamento fanno ben sperare per il futuro.

La polizza assicurativa per l’automobile è da sempre una delle voci che pesano come un macigno sui bilanci delle nostre famiglie, soprattutto nell’ipotesi di neo-patentati, guidatori anziani oppure con un curriculum alla guida non privo di spiacevoli macchie. Il nuovo sistema dovrebbe dare una mano ad abbassare i prezzi e favorire la concorrenza.

Come spesso capita, tuttavia, la posizione delle imprese e quelle delle associazioni di consumatori non collimano lontanamente: mentre queste ultime denunciano continui e ingiustificati rincari, le associazioni di categoria rispondono descrivendo una discesa dei prezzi del 16% nell’ultimo quadriennio.

Ma le previsioni per il futuro non sono buone per i consumatori: per effetto di norme comunitarie, il massimale minimo dovrà salire da € 774.685,35 a tre milioni a dicembre, e arrivare a sei milioni entro il 2012, con un inevitabile incremento dei prezzi.

Rispondi