Tutte le novità del decreto Sviluppo

di Vito Verna Commenta

Altra interessantissima novità quella che riguarderebbe l'introduzione, a partire già da gennaio 2013, di un unico tesserino personale, dotato di chip, che oltre alle informazioni personali attualmente contenute nella carta d'identità, racchiuda altresì tutte le informazioni sanitarie attualmente presenti sul tessera sanitaria.

Tutte le novità del decreto Sviluppo

Il Ministro dello Sviluppo Economico, dei Trasporti e delle Infrastrutture Corrado Passera avrebbe recentemente dichiarato: “Non abbiamo ancora deciso limite e tempistiche, ma certamente spingeremo per una diffusione sempre più ampia della moneta elettronica, perché poche cose contrastano così tanto evasione e illegalità”.

LAVORATORI PRECOCI ED ESODATI RIFORMA DELLE PENSIONI

Il riferimento, è oltre modo evidente, è alla decisione del Governo Monti di introdurre una specifica normativa, all’interno del tanto atteso e discusso decreto Sviluppo 2, che obblighi tutti i commercianti e gli esercenti d’Italia, entro e non oltre la fine di luglio 2012, ad accettare il pagamento con il bancomat per tutte le spese di entità superiore ai 50 euro.

CONTI CORRENTI SENZA SPESE PER PENSIONATI

Una manovra ed una decisione, seppur non ancora ufficiali, certamente destinate a far molto discutere anche poiché, come forse saprete, la Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e delle PMI, o ConfCommercio, si sarebbe già chiaramente espressa dichiarando ufficialmente: “Non servono obblighi universali, ma riduzione di costi e commissioni. E’ evidente che la modernizzazione del sistema dei pagamenti è un aspetto rilevante della modernizzazione del sistema-Paese. Il perseguimento di questo obiettivo non puo’ pero’ significare introduzione, con tempi stringenti, di obblighi universali di accettazione degli strumenti di moneta elettronica”.

RIFORMA DEL WELFARE DEL GOVERNO MONTI

Altra interessantissima novità quella che riguarderebbe l’introduzione, a partire già da gennaio 2013, di un unico tesserino personale, dotato di chip, che oltre alle informazioni personali attualmente contenute nella carta d’identità, racchiuda altresì tutte le informazioni sanitarie attualmente presenti sul tessera sanitaria.

Rispondi