Termine ultimo presentazione IVA 2011

di Vito Verna Commenta

Nelle casse delle Stato dovrebbe confluire l'IVA di circa 5 milioni di contribuenti per un controvalore stimato in circa 9,3 miliardi di euro.

Termine ultimo presentazione IVA 2011

Entro venerdì 16 marzo 2012, come forse qualcuno già saprà ed in concomitanza con il versamento della tassa annuale per la vidimazione dei libri contabili, imprese, aziende, società di varia natura e liberi professionisti titolari di partita IVA dovranno corrispondere, naturalmente nella casse dello Stato, l’Imposta sul Valore Aggiunto.

Il versamento di venerdì prossimo, come ormai ampiamente annunciato dagli analisti del Ministero dell’Economia e delle Finanze, promette, purtroppo, di essere uno dei maggiormente consistenti degli ultimi anni.

IMPORTO SANZIONI IVA 2012

Essendo questo versamento, infatti, relativo all’ultimo trimestre del 2011, sia che si sia deciso di corrispondere mensilmente piuttosto che trimestralmente la propria quota IVA, su di esso graverà, in maniera totale e completa, il deciso apprezzamento della base imponibile conseguente all’aumento, deciso dal Governo Berlusconi con la manovra finanziaria 2011 cosiddetta di Ferragosto, dell’aliquota ordinaria dell’Imposta sul Valore Aggiunto dal 20 al 21%.

NUOVO LIMITE COMPENSAZIONE IVA DA APRILE 2012

Nella casse delle Stato, in base ai primi calcoli ufficiosi dei tecnici dell’Agenzia delle Entrate, dovrebbe confluire l’IVA di circa 5 milioni di contribuenti per un controvalore stimato in circa 9,3 miliardi di euro.

Ricordiamo, infine, come il versamento del tributo dovrà avvenire, eventualmente anche in forma telematica, mediante adeguata compilazione del modello F24 per il versamento delle imposte, delle tasse e dei contributi dovuti da privati ed imprese e come sul sito ufficiale dell’agenzia governativa, raggiungibile all’indirizzo internet agenziaentrate.it, sarebbe possibile percepire tutte le informazioni relative al pagamento dell’Imposta sul Valore Aggiunto.

Rispondi