PA digitale e piccole e medie imprese italiane

di Vito Verna Commenta

Qual è il rapporto tra la pubblica amministrazione di ultima concezione e le moltissime piccole e medie imprese italiane che, molto spesso, radicate al proprio territorio costituiscono e, per lo meno, dovrebbero costituire il vero e proprio tessuto connettivo e produttivo dell'intera nazione?

PA digitale e piccole e medie imprese italiane

Qual è il rapporto tra la pubblica amministrazione di ultima concezione e le moltissime piccole e medie imprese italiane che, molto spesso, radicate al proprio territorio costituiscono e, per lo meno, dovrebbero costituire il vero e proprio tessuto connettivo e produttivo dell’intera nazione?

KEEPOD PER GESTIRE L’AZIENDA IN MOBILITA’

Quali sono i servizi più richiesti dalle piccole e medie imprese italiane alla pubblica amministrazione digitale? Quali i più utilizzati?

SCOVARE E DEBELLARE IL FLAME MALWARE DALLA RETE AZIENDALE

A voler minuziosamente fare il punto della situazione, una situazione che dovrebbe essere prolifica per entrambe le parti ma che in realtà, purtroppo, non lo è affatto se non in pochissime e rare occasioni, l’Istituto Nazionale di Statistica che, grazie alla collaborazione del Dipartimento per l’Innovazione Tecnologica della Presidenza del Consiglio, attualmente presieduto dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo, avrebbe recentemente dato alle stampe un interessante rapporto intitolato: “Uso dell’e-government da parte di consumatori e imprese”.

PROTEGGERE LA RETE AZIENDALE DAL PHISHING E DAL TABNABBING

E lo scenario delineato da codesto rapporto, purtroppo e come sempre, è a dir poco qualcosa di inquietante se è vero, com’è vero, che solamente il 3% di tutte le piccole e medie imprese italiane attive nel settore del commercio utilizza, frequentemente e soventemente, una casella di posta elettronica certificata per inviare e ricevere comunicazioni dalla e alla pubblica amministrazione.

Migliora la situazione, ma certamente non di molto, qualora si volesse considerare l’insieme dei servizi maggiormente fruiti dalla piccole e medie imprese italiane (riguardanti, in massima parte, la gestione on line delle pratiche INPS, INAIL, dei certificati medici e dei dipendenti) giacché, in questo particolare caso, il 64% delle piccole e medie imprese manifatturiere, il 55% delle piccole e medie imprese nel settore dei servizi e il 49% delle piccole e medie imprese nel settore del commercio quotidianamente utilizzano i servizi messi a disposizione dalla pubblica amministrazione digitale.

Rispondi