Rimborsi IRAP, proroga a settembre

di Giuseppe Aymerich Commenta

Accogliendo al fotofinish il merito delle proteste e delle preoccupazioni espresse dalle associazioni dei contribuenti..

agenzia-delle-entrate-logo

Accogliendo al fotofinish il merito delle proteste e delle preoccupazioni espresse dalle associazioni dei contribuenti e dei loro consulenti professionali, l’Agenzia delle Entrate ha deciso di rinviare di circa tre mesi il “click-day” relativo all’invio dell’istanza di rimborso dell’imposta sui redditi versata nel periodo 2005-2008 in seguito alla nuova possibilità di dedurre dalla base imponibile il 10% dell’IRAP versata.


La data era stata fissata originariamente per venerdì 12 giugno, data assolutamente irragionevole considerato che il modello per l’istanza è stato pubblicato alla fine della settimana scorsa e che il software per la compilazione, addirittura, non è ancora pronto.

Senza contare che la metà di giugno è forse il periodo più caldo dell’anno dal punto di vista delle scadenze fiscali, con un serissimo rischio di ingorgo per gli studi dei commercialisti.


Sensato e inevitabile, dunque, il rinvio del click-day al prossimo 14 settembre, che cade di lunedì. È a partire da quel giorno, dunque, che si potranno inviare per via telematica le istanze di rimborso debitamente compilate: un termine più che ragionevole per predisporre e controllare con attenzione i moduli per tutti i contribuenti coinvolti.

Lo slittamento del click-day provoca delle conseguenze anche sulla tempistica dei rimborsi interessati. La nuova situazione è la seguente: per i rimborsi di somme versate fra il 29 novembre 2004 e il 13 novembre 2005, si può inviare l’istanza entro il 13 novembre 2009; per i rimborsi di imposte versate successivamente, invece, l’istanza può essere spedita entro il sessantesimo giorno successivo al quarantottesimo mese seguente alla data del pagamento originario, in applicazione delle regole ordinarie sui rimborsi di imposta sanciti dall’articolo 38 del DPR 602 del 1973.

Rispondi