Modello 770 Semplificato

di Giuseppe Aymerich Commenta

l Modello 770 Semplificato si suddivide in quattro parti fondamentali..

modello-770

Il Modello 770 Semplificato si suddivide in quattro parti fondamentali.

La prima è costituita dal frontespizio, in cui sono riportati i dati anagrafici del sostituto e altre informazioni introduttive. La seconda parte, la più ampia, è data dall’indicazione dettagliata di tutte gli importi erogati ai lavoratori dipendenti, ai collaboratori a progetto e alle altre fattispecie assimilate, distinguendo nel dettaglio gli importi lordi e le varie ritenute di natura fiscale e previdenziale, con precisazione anche delle somme soggette a tassazione separata e/o sostitutiva come il TFR.


La terza parte, invece, concerne gli importi e le ritenute riferite ai compensi erogati a liberi professionisti, collaboratori occasionali e altre figure varie. In questo caso, le ritenute hanno natura puramente fiscale. Si precisa che devono essere dichiarati anche i compensi per legge non soggetti a ritenuta, come quelli attribuiti ai professionisti ammessi al regime agevolato per le nuove iniziative produttive ex art. 13 della legge 388/2000.


Nella quarta parte, infine, occorre tirare le somme: i quadri SS, ST, SV e SX sono infatti destinati a riassumere la situazione complessiva, a indicare le date e le modalità di riversamento delle singole ritenute agli enti pubblici interessati e a decidere come gestire gli eventuali crediti derivanti da versamenti in eccesso.

Tutti gli importi di natura fiscale devono essere indicati troncando le cifre decimali, mentre gli importi previdenziali devono essere arrotondato all’unità di euro. Così, una ritenuta di € 257,84 deve essere indicata con “257” o con “258” a seconda che si tratti di un valore di natura fiscale o previdenziale.

Rispondi