Intra 12 e 13, i modelli definitivi

di Giuseppe Aymerich Commenta

È stata pubblicata la versione definitiva dei modelli di comunicazione delle operazioni intracomunitarie denominati “Intra 12” e “Intra 13”..

Intrastat Logo

È stata pubblicata la versione definitiva dei modelli di comunicazione delle operazioni intracomunitarie (Intrastat 2010) denominati “Intra 12” e “Intra 13”.

Come è ormai noto, tutti gli acquisti e le cessioni di beni e, dal 2010, anche di servizi eseguiti fra imprese e professionisti italiani e fornitori e clienti residenti in altri Paesi membri dell’Unione Europea devono essere comunicati all’Agenzia delle Dogane in via telematica.


I normali modelli (Intra-1 e Intra-2), però, non sono adeguati per alcune particolarissime tipologie di contribuenti, per i quali, appunto, sono stati elaborati i modelli n. 12 e n. 13.

Intra-12, in particolare, è destinato prima di tutto ai piccoli agricoltori e, in secondo luogo, alle associazioni e altri enti non commerciali non soggetti ad IVA che abbiano eseguito acquisti intracomunitari di ammontare superiore a diecimila euro nel corso dell’anno. Lo stesso modello va adottato dagli enti non commerciali soggetti ad IVA per gli acquisti intracomunitari inerenti le attività istituzionali.
Intra-13, invece, riguarda gli enti non commerciali non soggetti ad IVA i cui acquisti intracomunitari nel corso dell’anno non superano la citata soglia di diecimila euro.

La differenza fra i due modelli risiede principalmente nella tempistica con la quale i modelli devono essere spediti. Intra-12 deve essere inviato mensilmente, e precisamente tutti gli acquisti eseguiti nel mese devono essere comunicati entro il mese successivo; con una norma transitoria, è stato stabilito che gli acquisti intracomunitari eseguiti nei primi quattro mesi dell’anno in corso devono essere comunicati entro il prossimo 30 giugno.


Intra-13, invece, deve essere inviato in anticipo: ogni qual volta si intende procedere ad un acquisto intracomunitario, occorre comunicare gli estremi dell’operazione all’Agenzia delle Dogane, riepilogando anche il totale delle operazioni già compiute nell’anno.

Rispondi