L’Agenzia delle Entrate spiega la cedolare secca su Youtube

di Vito Verna Commenta

Si chiama "Entrate in video" e, come sarebbe estremamente facile intuire, altro non sarebbe se non il canale Youtube, fresco fresco di "stampa" (sarebbe on line, infatti, solamente da domenica 30 settembre 2012), dell'Agenzia delle Entrate del Ministero dell'Economia e delle Finanze attualmente presieduto dal Ministro Vittorio Grilli.

L'Agenzia delle Entrate spiega la cedolare secca su Youtube

Si chiama “Entrate in video” e, come sarebbe estremamente facile intuire, altro non sarebbe se non il canale Youtube, fresco fresco di “stampa” (sarebbe on line, infatti, solamente da domenica 30 settembre 2012), dell’Agenzia delle Entrate del Ministero dell’Economia e delle Finanze attualmente presieduto dal Ministro Vittorio Grilli.

VADEMECUM ESET PER LA SCELTA DELLA PASSWORD

A partire da domenica, dunque, il canale Youtube dell’Agenzia delle Entrate, primo e fondamentale passo di quest’ultima sia in direzione degli utenti/contribuenti che, soprattutto, in direzione della definitiva gestione, anche sociale, delle proprie fondamentali prerogative, è andato ad affiancare il sito internet ufficiale dell’Agenzia che, come sempre, sarebbe ancora raggiungibile all’indirizzo agenziaentrate.gov.it.

ORGANIZZARE GLI APPUNTAMENTI AZIENDALI CON SCHEDULONCE

Per il momento, naturalmente, su Youtube sarebbe possibile trovare esclusivamente pochi video, quali tutorial e brevi guide animate, esplicativi delle più comuni pratiche burocratiche già oggi espletabili anche on line sebbene non sia affatto da escludersi la possibilità che il su indicato canale cominci ad includere le più evolute funzionalità rese disponibili da Youtube nonché, naturalmente, filmati di differente fattura e di differente interesse.

RISPARMIARE IN AZIENDA GRAZIE ALLA TECNOLOGIA

I video sino ad oggi caricati sul canale Youtube “Entrate in video”, disponibili on line solamente da pochissime settimane, riguarderebbero, per il momento, solamente alcuni tra i temi in assoluto più cliccati e cercati dagli utenti/contribuenti sul popolare motore di ricerca Google così come, ovviamente, sul portale on line dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero dell’Economia e delle Finanze e comprenderebbero argomenti di diffusa ed attuale attenzione quali la cedolare secca, il nuovo regime dei minimi, la registrazione del contratto di affitto mediante Siria o Iris e l’ottenimento del PIN per l’accesso ai servizi on line dell’Agenzia.

Photo Credits | Getty Images

Rispondi