Sinergia scuola e impresa al Biz Factory 2013

di Fabrizio Martini Commenta

Il Biz Factory 2013 si svolgerà a Palermo e sceglierà la migliore tra le 23 idee di start-up provenienti da 16 regioni italiane. La vincitrice parteciperà alle selezioni europee di Londra.

start

Il Biz Factory 2013, giunto ormai alla decima edizione che quest’anno si svolgerà a Palermo, promuove un progetto di integrazione tra il mondo dell’istruzione e quello imprenditoriale. L’evento è promosso dalla Junior Achievement Italia e quest’anno pone la scuola al centro di un importante progetto in tema di educazione imprenditoriale. Il Comune di Palermo ha aderito all’iniziativa con il proprio patrocinio, che vede la partecipazione anche della Regione Sicilia.

Uno dei tanti eventi dedicati all’imprenditoria giovanile, che ha visto crescere l’attenzione a livello nazionale, come ad esempio con l’introduzione del bonus assunzioni per le start-up. L’incontro promuoverà un incontro organico tra scuola ed impresa e verrà premiata la start-up migliore, cioè la migliore idea imprenditoriale, realizzata dagli studenti delle scuole superiori di tutta Italia. Saranno ospitate ben 23 idee di impresa provenienti da 16 regioni di Italia.

Le idee approdate al Biz Factory hanno superato le proprie selezioni regionali ed hanno così guadagnato l’accesso alla finale nazionale. Il premio per l’idea vincitrice sarà un viaggio a Londra per poter partecipare al concorso europeo, che premierà la migliore idea di tutta Europa. Molto deve essere fatto in Italia, che non si trova tra i primi dieci paesi in cui è più facile avviare un’impresa.

Le selezioni si svolgeranno a Palermo in una due giorni presso Villa Filippina, che vedrà tra gli ospiti anche il sindaco Orlando.

L’idea nasce per mettere in relazione l’istruzione ed il dinamismo dei giovani con il mondo dell’impresa e stimolare così molte menti a produrre e ad innovare il concetto di business in Italia.

Gli stessi organizzatori vedono infatti nell’istruzione e nella formazione di una nuova classe di imprenditori, l’unico modo per invertire la rotta dell’economia nazionale. L’istruzione deve però essere aiutata dal mondo imprenditoriale e dalla finanza, che deve occuparsi di finanziare e scommettere sulle idee vincenti e consentirne la nascita.

Parole di elogio anche da parte del sindaco Orlando, che vede la scuola come l’unico modo per far nascere idee e trasmettere queste nella società e che ha riportato l’istruzione al centro della città di Palermo nel corso del suo mandato.

La selezione europea si terrà il prossimo luglio a Londra.

Rispondi