Sconti per le imprese che hanno investito sulla sicurezza sul lavoro

di Alba D'Alberto Commenta

A partire dal 2016 sono stati previsti degli sconti per le imprese che investono innalzando il livello di sicurezza sul lavoro. La determina INAIL che ha introdotto questo sconto bonus/malus. 

Nel 2016 sono stati ridefiniti gli sconti sui premi assicurativi concessi dall’INAIL alle imprese che hanno deciso di rendere i loro spazi lavorativi più sicuri. La riduzione degli sconti è compresa tra il 2 e l’8 per cento. Lo sconto si applica sul premio assicurativo bonus/malus successivamente al primo biennio di attività e per andamento infortunistico.

infortunio sul lavoro

La riduzione del premio spetta dunque a tutti quei datori di lavoro che nel periodo successivo ai primi due anni d’intervento abbiano realizzato delle attività di prevenzione. Il che vuol dire che se un’impresa ha deciso di innalzare il suo livello di sicurezza quest’anno, lo sconto spetta tra due anni, salvo modifiche in itinere alla normativa.

La riduzione del premio è proporzionale alle dimensioni dell’azienda e dipende anche dal numero di lavoratori impiegati. Nel 2014 sono state modificate le misure di sconto attraverso la determina n. 286/2014 e sono state modificate anche le regole applicative in modo da favorire le piccole aziende. Il prossimo anno le percentuali di riduzione dei costi delle polizze saranno ripartite in questo modo:

  • 28% per le imprese fino a 10 dipendenti (–2%);
  • 18% per quelle con 11-50 dipendenti (–5%);
  • 10% per quelle con 51-200 dipendenti (-8% per le imprese con 51-100 dipendenti, -5% per quelle con 101-200 dipendenti e -2% per quelle con 201-500 dipendenti);
  • 5% a quelle con più di 200 dipendenti (–2%).

Tuttavia non è una novità dell’ultima ora per le imprese che fin dal Dlgs n. 38/2000 sono state incentivate a promuovere la sicurezza sul posto di lavoro con investimenti superiori ai limiti minimi stabiliti dalla legge.

Rispondi