Quadro A del Modello AA7

di Giuseppe Commenta

Nelle puntate precedenti, è stata esaminata a fondo la compilazione del Modello AA9, necessario per l’apertura..

Nelle puntate precedenti, è stata esaminata a fondo la compilazione del Modello AA9, necessario per l’apertura della Partita IVA da parte della ditta individuale.

La prossima tappa della nostra guida consiste invece nell’affrontare il Modello AA7, destinato a tutti i soggetti diversi dalla persona fisica; ma poiché molti quadri richiedono le medesime informazioni, in questi casi l’analisi sarà sostituita da un semplice rinvio a quanto già precisato in relazione al Modello AA9.

Come il documento gemello, anche il Modello AA7 è composto da nove quadri principali e diversi campi conclusivi suddivisi in quattro pagine (oltre alla pagina introduttiva che sintetizza la funzione del documento e l’applicazione delle norme sulla privacy) in cima ad ognuna delle quali occorre indicare il codice fiscale dell’ente dichiarante e il numero di pagina; qualora l’ente stia dichiarando l’inizio della propria attività e non disponga ancora di codice fiscale, occorrerà far riferimento al codice fiscale del legale rappresentante indicato nel Quadro C.

Il Quadro A (“Tipo di dichiarazione”) è lievemente più complesso rispetto all’omologo del Modello AA9: sono presenti infatti cinque righi, di cui ben due dedicati all’ipotesi di inizio dell’attività. Compilare l’uno oppure l’altro dipende dal caso che si necessiti di richiedere contemporaneamente anche l’attribuzione del codice fiscale oppure l’averlo già ottenuto in precedenza.


Nel primo caso occorrerà dunque compilare il primo rigo, indicando la data di avvio dell’attività e gli estremi della registrazione dell’eventuale atto costitutivo; nel secondo caso, è richiesto solo di indicare la data di avvio e il codice fiscale, poiché i dati sulla registrazione sono stati evidentemente già comunicati in precedenza.

Gli enti non commerciali devono anche compilare l’apposita casella “C”, al lato sinistro del rigo, per ottemperare a particolari disposizioni in materia di acquisti intracomunitari.

Rispondi