Prezzo per apertura franchising Yamamay

di Francesco Di Cataldo 1

Intorno all'apertura di un nuovo negozio ruotano diversi costi e nessuno dei quali potrebbe risultare irrilevante come ad esempio..

Aprire un negozio in franchising può rivelarsi un affare da dieci e lode, ma per ottenere dei buoni benefici è necessario analizzare i costi prima di iniziare.

Intorno all’apertura di un nuovo negozio ruotano diversi costi e nessuno dei quali potrebbe risultare irrilevante come ad esempio il costo del posto (affitto o acquisto), i costi di tenuta contabilità e paghe per eventuali dipendenti, i costi societari, corrente, riscaldamento e queste sono solo alcune delle spese che ogni azienda deve sostenere.



Oltre a questo i costi per l’acquisto della merce potrebbe essere una cifra corposa soprattutto nel caso dei franchising. A differenza di un negozio libero, il franchising propone degli obblighi sull’acquisto della merce e ogni punto vendita deve avere la collezione completa dei prodotti a catalogo. La biancheria intima può essere al giorno d’oggi un elemento decisivo ed è per questo che oggi andiamo ad analizzare il franchising Yamamay.

L’affiliato Yamamay ha l’obbligo di arredare il negozio in base alle indicazioni offerte dalla casa madre la quale individua alcune imprese idonee alla realizzazione delle opere. Solo per le opere di arredo è stato stimato un costo al metro quadro di 650 euro circa, mentre per le opere civili il costo varia a seconda dello stato in cui verte il negozio. Ogni affiliato Yamamay ha l’obbligo di rilasciare all’azienda proprietaria del marchio una fideiussione bancaria di 35 mila euro. Il contratto ha una durata di 5 anni e per avere maggiori informazioni sull’importo minimo di acquisto merce è necessario chiamare il numero verde 800286858.

Commenti (1)

  1. aprire un negozio yamamay vuol dire perdere tanti soldi e fare un mucchio di debiti
    nessun affiliato riesca a tenere il negozio per più di 4 anni
    nessun guadagno,non si recupera nemmeno l’investito,il guadagno è solo dell azienda che strozza i gestori di negozi

Rispondi