Numerazione progressiva delle fatture da gennaio 2013

di Stefania Russo Commenta

In virtù di quanto previsto dall’articolo 21 del Dpr 633/1972, come modificato dall’articolo 1, comma 325, lettera d)...

In virtù di quanto previsto dall’articolo 21 del Dpr 633/1972, come modificato dall’articolo 1, comma 325, lettera d), della legge 228/2012, a partire dal 1° gennaio 2013 la fattura deve contenere un “numero progressivo che la identifichi in modo univoco“, mentre nella precedente formulazione era richiesta una numerazione “in ordine progressivo per anno solare“.

Riguardo a tale modifica, l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 1/E del 10 gennaio 2013 è intervenuta per chiarire i profili interpretativi e applicativi della nuova norma.


L’amministrazione finanziaria, in particolare, dopo aver premesso che la modifica normativa in questione deriva dal recepimento, nell’ordinamento nazionale, della nuova disciplina comunitaria in materia di fatturazione prevista dalla direttiva 2006/112/Ce del Consiglio del 28 novembre 2006, come modificata dalla direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010, specifica che risulta compatibile con la nuova norma qualsiasi tipologia di numerazione progressiva che garantisca l’identificazione univoca della fattura, anche mediante riferimento alla data della fattura stessa.

Questo comporta che possono essere adottate fondamentalmente due tipologie di numerazione progressiva. In altre parole, il contribuente può continuare ad adottare il sistema di numerazione progressiva per anno solare (quindi Fattura n. 1/2013 (oppure n. 2013/1), Fattura n. 2/2013 (oppure n. 2013/2), ecc.), in modo tale da non essere costretto a sostenere nuovi oneri per l’aggiornamento di software gestionali.

In alternativa, si può scegliere di adottare un sistema di numerazione senza azzeramento all’inizio di ciascun anno solare, ossia iniziando il primo gennaio 2013 con il numero 1, oppure proseguendo progressivamente la numerazione del 2012 per tutta la vita dell’impresa. Pertanto, se l’ultima fattura del 2012 aveva il numero x, la prima fattura del 2013 può avere il numero x+1, proseguendo così fino all’infinito.

Rispondi