Nomativa cessione azienda

di Stefania Russo Commenta

La cessione dell'azienda dal cedente al cessionario avviene mediante apposito contratto mediante il quale viene...

La cessione dell’azienda dal cedente al cessionario avviene mediante apposito contratto mediante il quale l’impresa viene ceduta comprensiva di tutti i suoi beni, sia materiali che immateriali.

La cessione comprende anche i contratti che sono stati conclusi dal soggetto cedente, purché questi siano stati stipulati nell’esercizio dell’impresa, mentre al contrario sono esclusi dalla cessione quelli aventi natura strettamente personale.

GUIDA AL TRASFERIMENTO D’AZIENDA

Per quanto riguarda i crediti e i debiti dell’azienda, a meno che il contratto di cessione non preveda diversamente, questi non vengono ceduti, sempre che non si tratti di debiti con il fisco. Il soggetto che acquista l’azienda, infatti, è obbligato al pagamento non solo delle imposte dovute per l’anno in cui è avvenuta la cessione e delle eventuali sanzioni, ma anche al pagamento delle imposte non versate e delle eventuali sanzioni riferite ai due anni precedenti la cessione.

TRASFERIMENTO D’AZIENDA E LICENZIAMENTO

In questo caso, tuttavia, la responsabilità è limitata al debito risultante alla data di cessione dell’azienda dagli atti che sono in possesso dell’amministrazione finanziaria e, in ogni caso, non può superare il valore dell’azienda stessa.

Il soggetto cedente, in forza di quanto stabilito dall’art. 2557 del Codice Civile, contestualmente alla cessione dell’azienda si impegna a non svolgere per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni un’attività dello stesso genere o affine a quella oggetto dell’azienda ceduta, o che sia comunque idonea a sviare la sua clientela.

Per quanto riguarda i lavoratori occupati presso l’azienda ceduta, il cessionario si impegna a mantenere in essere i rapporti fino alla scadenza dei contratti.

Rispondi