L’Associazione Bancaria Italiana proroga la sospensione delle rate del mutuo

di Vito Verna Commenta

Le imprese ammesse al beneficio, in questo senso, saranno dunque solamente le più solide imprese italiane, ovverosia quelle in grado di mostrare adeguate prospettive economiche e di continuità aziendale, che abbiamo accumulato rate scadute e non pagate per un periodo di tempo inferiore ai 90 giorni lavorativi.

L'Associazione Bancaria Italiana proroga la sospensione delle rate del mutuo

L’Associazione Bancaria Italiana, a causa del perdurare delle condizioni di instabilità economica e finanziaria vissuta dalle famiglie e dalle imprese italiane avrebbe recentemente deciso, grazie ad una nuova moratoria mutui, di prorogare la possibilità che i su indicati soggetti possano sospendere, per un determinato periodo di tempo, il pagamento delle rate del proprio consistente mutuo.

INCENTIVI REGIONE LAZIO AUTO-IMPRENDITORIALITA’ E START-UP

Sino a giovedì 31 gennaio 2013, ovverosia sino a quando, stando a quanto recentemente dichiarato dal Presidente dell’ABI Giuseppe Mussari, l’attuale moratoria mutui resterà in vigore, tutte le famiglie e le imprese italiane, purché, naturalmente, soddisfino alcuni necessari e particolari prerequisiti, potranno godere di codesta vantaggiosissima opportunità.

CONTRIBUTI MICROIMPRESE REGIONE SICILIA

Nonostante questo, come avrete sicuramente modo di appurare personalmente, accedere alla su indicata agevolazione potrebbe essere oltre modo semplice poiché quest’ultima interesserà tutte le imprese e le famiglie italiane che, solo temporaneamente, dovessero trovarsi in difficoltà a causa della sfavorevole congiuntura economica piuttosto che a causa di un qualche evento di forza maggiore ma non già a causa della propria manifesta, perdurante e dimostrata capacità di far fronte al proprio debito.

INCENTIVI PMI CCIAA PISA

Le imprese ammesse al beneficio, in questo senso, saranno dunque solamente le più solide imprese italiane, ovverosia quelle in grado di mostrare adeguate prospettive economiche e di continuità aziendale, che abbiamo accumulato rate scadute e non pagate per un periodo di tempo inferiore ai 90 giorni lavorativi.

Le famiglie ammesse al beneficio, invece, saranno solamente quelle che non abbiano mai goduto della moratoria mutui e che, entro e non oltre il 31 gennaio 2013, si trovino a chiedere al proprio istituto di credito la sospensione del pagamento delle rate del proprio mutuo poiché, a causa della perdita del posto di lavoro, della morte e del grave infortunio di uno o più membri della famiglia, abbia già accumulato rate scadute e non pagate per un periodo di tempo inferiore ai 90 giorni lavorativi.

Rispondi