La fattura dalla A alla Z (quinta parte)

di Giuseppe Commenta

Se in questo frattempo sono iniziate attività di verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate..

Sia per il cedente che per il cessionario, la fattura va conservata per motivi fiscali fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di effettuazione dell’operazione, o del sesto anno se la relativa dichiarazione IVA non è stata presentata oppure è stata dichiarata nulla.

Se in questo frattempo sono iniziate attività di verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate o della Guardia di Finanza, la fattura va conservata fino alla conclusione di tali operazioni, se esse terminano oltre le date indicate.

Si ricorda, inoltre, che per tutti gli imprenditori non agricoli e non “piccoli” (secondo la definizione dell’art. 2083 del Codice Civile), le fatture e tutti gli altri documenti aziendali vanno conservati per dieci anni per gli scopi civilistici, come il loro utilizzo come mezzo di prova nei processi civili e fallimentari.


Se la fattura è stata emessa in formato elettronico, essa va conservata con mezzi altrettanto innovativi: sistemi digitali od ottici che ne garantiscano l’immutabilità e la leggibilità nel tempo. Appositi decreti ministeriali descrivono tecnicamente l’impostazione e il funzionamento di tali archivi digitali o a lettura ottica.

Se invece la fattura è stata emessa in formato analogico, la conservazione può avvenire liberamente in normali raccoglitori, oppure può essere scannerizzata per essere trasformata in fattura elettronica ed essere conservata di conseguenza.


La scelta fra queste due soluzioni, come accennato, è libera. Una volta che però si scegliesse la seconda opzione, questa è una scelta definitiva e irrevocabile, tanto che occorre inviare all’Agenzia delle Entrate la cosiddetta “impronta digitale” del proprio archivio.
L’archivio digitale, in realtà, può riguardare non solo le fatture ma l’intero apparato contabile dell’impresa. Fermi considerati i vincoli descritti, comunque, è consentito scegliere liberamente quali tipologie di documenti conservare in formato analogico e quali in formato elettronico-ottico.

Rispondi