Italo, arriva la firma dell’atto di vendita

di Fabiana Commenta

Con la firma dell’atto di vendita, Italo-Ntv, Nuovo Trasporto Viaggiatori passa ufficialmente agli americani: l’atto di compravendita della società che gestisce i treni ad alta velocità (in concorrenza con Trenitalia) è stato firmato ieri sera come comunicato da una nota ufficiale della società.

Firmato quindi l’atto di compravendita per il 100% del capitale sociale di Italo- Ntv, la società passa interamente al fondo americano Gip-Global Infrastructure rispettando le condizioni dell’accordo che era stato annunciato lo scorso 7 febbraio. 

Il closing dell’accordo fra Italo e Gip-Global Infrastructure, però resta condizionato all’ottenimento dell’autorizzazione antitrust europea prevista per legge la cui risposta arriverà entro la giornata dell’11 febbraio. 

Intanto le condizioni di vendita erano già state concordate: la Global Infrastructure Partners acquista la società per 1,980 miliardi di euro come approvato dal consiglio di amministrazione di Italo (che include tra gli altri, Intesa Sanpaolo, Generali, Montezemolo, Cattaneo, Punzo, Della Valle, e il fondo Peninsula) e acquisisce il 100% del gruppo e la quotazione in Borsa del 40% dell’azienda. La vendita è stata approvata sulla scia del rimando dell’aumento dell’offerta degli americani che avevano alzato di 80 miliardi la prima cifra offerta.

Confermate anche le stesse condizioni che erano state rese note pochi giorni fa.

Gli americani si fanno carico dei 440 milioni di debito di Italo-Ntv e in attesa della  sottoscrizione del contratto di compravendita attenda entro l’11 febbraio da parte dell’Antitrust consentirebbero agli attuali azionisti la possibilità  di reinvestire fino ad un massimo del 25% dei proventi che deriveranno dalla vendita alle stesse condizioni di acquisto da parte di Gip.

 

Rispondi