Imprese italiane per il rilancio del sistema economico

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Le imprese fanno squadra contro la crisi, spesso aggregandosi in rete; ma in Italia le imprese sono pronte anche ad “aiutare” lo Stato in questo momento difficile caratterizzato da attacchi speculativi sul nostro debito pubblico.

Le imprese fanno squadra contro la crisi, spesso aggregandosi in rete; ma in Italia le imprese sono pronte anche ad “aiutare” lo Stato in questo momento difficile caratterizzato da attacchi speculativi sul nostro debito pubblico.

In particolare, secondo quanto reso noto dalla Camera di Commercio di Milano, le imprese del capoluogo lombardo sarebbero pronte e ben propense ad investire fino a complessivi due miliardi di euro per sostenere la ripresa; ed in un caso su due le imprese milanesi si sono dichiarare pronte ad acquistare i Bot ed i Btp. Ed in cambio, cosa vorrebbero le imprese?



TAGLIO COSTI BUROCRAZIA PER LE IMPRESE ARTIGIANE

Ebbene, stando ad un sondaggio che è stato effettuato dalla Camera di Commercio di Milano insieme all’Ispo, le imprese milanesi chiedono incentivi per le nuove assunzioni, misure di sgravio fiscale per quelle aziende che reinvestono gli utili, ma anche la defiscalizzazione degli straordinari e incentivi per le imprese che fanno squadra per mettersi in rete.

BANDO RETI IMPRESA CAMERA COMMERCIO MONZA E BRIANZA

Ed ancora, ai fini dell’emersione del lavoro nero servirebbe una sanatoria, così come per la salvaguardia del made in Italy, dell’ambiente e del patrimonio artistico servirebbero misure ed azioni ad hoc. Netta, con una percentuale del 71% in base al sondaggio, è invece l’opposizione all’aumento dell’imposta sul valore aggiunto (Iva) in quando deprime i consumi e, di conseguenza, va a discapito anche delle imprese. Al riguardo ricordiamo che nel settembre scorso l’aliquota Iva ordinaria, passata dal 20% al 21%, ha già portato il mese successivo in Italia ad un forte rialzo dell’inflazione.

Rispondi