Imposta di bollo non dovuta per PEC ditte individuali

di Fabrizio Martini Commenta

Le ditte individuali sono esenti dalla imposta di bollo per la Pec così come chiarito dalla Agenzia delle Entrate.

pec

Negli ultimi tempi sono state introdotte corpose modifiche nel rapporto tra aziende, professionisti e mondo della pubblica amministrazione attraverso la posta elettronica certificata, detta anche PEC. Proprio di poco tempo fa è la notizia dell’invio delle cartelle esattoriali via PEC da parte della Agenzia delle Entrate.

Ulteriori semplificazioni fiscali in arrivo parlano di una diversa gestione dei rapporti con la PA, ma alcuni dubbi riguardo i costi della Pec non erano stati ancora fugati.

Adesso è arrivata la notizia che non sarà dovuta nessuna imposta di bollo sulla Pec, la posta elettronica certificata, per ditte e imprese individuali. Lo ha stabilito proprio l’Agenzia delle Entrate con una comunicazione ufficiale, in particolare attraverso la risoluzione n. 45/e del 5 luglio scorso.

Il documento di prassi emesso dell’Agenzia guidata da Attilio Befera ha fugato questo dubbio e ha risposto ad un quesito che era stato sollevato in merito al trattamento fiscale. Non era chiaro infatti sei era necessario il pagamento dell’imposta di bollo, da applicare alla richiesta di deposto della Pec, per le ditte e imprese individuali.

L’obbligo della Pec è stato il Decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 che ha stabilito che le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese. Adesso questo obbligo è stato esteso anche alle ditte e imprese individuali. Da pochi giorni è scaduto il termine per effettuare la domanda.

Non era chiaro se l’imposta di bollo fosse dovuta anche dalle ditte individuali per quanto riguarda la richiesta di prima iscrizione al Registro delle imprese dell’indirizzo di posta elettronica certificata. La Pec per le ditte individuali è infatti esente dall’imposta di bollo, così come è stato chiarito dall’Agenzia delle entrate, sono nel caso in cui la domanda di deposito dell’indirizzo PEC è stata presentata dalle imprese individuali al registro delle imprese, unitamente alla domanda di iscrizione ovvero successivamente in via autonoma.

Rispondi