Il risk management nelle aziende italiane

di Vito Verna Commenta

La cultura del risk management è pressoché totalmente assente in Italia che non sarebbe ancora oggi riuscita ad apprezzare tutte le potenzialità nonché l'immenso valore aggiunto che codesta fondamentale figura dell'organigramma aziendale sarebbe in grado di apportare sin'anche alle più piccole imprese.

Il risk management nelle aziende italiane

La cultura del risk management, che si esplica soprattutto nella figura cardine del risk manager, è pressoché totalmente assente in Italia che, evidentemente, non sarebbe ancora oggi riuscita ad apprezzare tutte le potenzialità nonché l’immenso valore aggiunto che codesta fondamentale figura dell’organigramma aziendale sarebbe in grado di apportare sin’anche alle più piccole imprese.

KEEPOD PER GESTIRE L’AZIENDA IN MOBILITA’

Questo il rapporto, quanto mai deludente, diffuso negli scorsi giorni da Olimpia Broker PMI che, basandosi sui dati recentemente raccolti ed analizzati da Cineas (consorzio universitario che avrebbe quale unico scopo quello della diffusione della cultura del rischio), avrebbe fatto sapere, grazie al proprio amministratore delegato Gianmario Vincis, come oltre il 50% delle aziende italiane non abbia al proprio interno alcun tipo di struttura dedicata al risk management e come l’84% di tutte le imprese italiane non abbia alcuna intenzione, entro i prossimi anni, di implementare o potenziare la figura del risk manager all’interno della propria consolidata struttura organizzativa.

SCOVARE E DEBELLARE IL FLAME MALWARE DALLA RETE AZIENDALE

Peccato davvero, però, poiché FERMA, ovverosia Federation of European Risk Management Associations, avrebbe recentemente avuto modo di appurare non solamente l’importanza e la diffusione del risk management nella maggior parte delle piccole, medie e grandi imprese europee bensì anche, e soprattutto, l’estremo ritardo che l’industria italiana, per lo meno in questo specifico settore aziendale, sconterebbe nei confronti della concorrenza europea che, per lo meno da questo particolare punto di vista, potrebbe contare su un validissimo elemento di supporto, quello del risk manager, in periodo di evidente e radicata crisi quale quella attuale.

PROTEGGERE LA RETE AZIENDALE DAL PHISHING E DAL TABNABBING

Rispondi