Il costo della burocrazia sulle PMI italiane

di Vito Verna Commenta

Affermare, oggi come oggi, che l'unico problema dell'Italia possa venir considerato la burocrazia, sarebbe assolutamente banale, riduttivo e, forse, scontato.

Il costo della burocrazia sulle PMI italiane

Affermare, oggi come oggi, che l’unico problema dell’Italia possa venir considerato la burocrazia, sarebbe assolutamente banale, riduttivo e, forse, scontato.

NOVITA’ RATEIZZAZIONE EQUITALIA

Una tale affermazione non sarebbe però, purtroppo, eccessivamente lontana dalla realtà se anche Giuseppe Bertolussi, segretario generale della Confederazione Generale Italiana dell’Artigianato, avrebbe recentemente avuto modo di affermare, pubblicamente, come la burocrazia ormai rappresenti una vera e propria tassa occulta che, anno dopo anno, arriva a pesare sempre di più sia sulle imprese che sulle famiglie italiane.

AIUTI ALLE IMPRESE INDEBITATE CON EQUITALIA

La Confederazione Generale Italiana dell’Artigianato di Mestre, una delle sezioni più note ed importanti della Confartigianato Imprese, avrebbe infatti recentemente avuto modo di appurare come ogni piccola e media impresa italiana abbia sborsato di tasca propria, solamente nel 2011, circa 6.000 euro per la corretta gestione della burocrazia e per il corretto disbrigo delle più differenti pratiche.

NUOVE REGOLE PIGNORAMENTI EQUITALIA

Un totale, a conti fatti, di oltre 26,5 miliardi per il solo comparto delle piccole e medie imprese italiane che, purtroppo, non solo avrebbero, impotenti, visto aumentare questo parametro del 14,7% rispetto al 2010 bensì sarebbero altresì costrette a subire una pressione fiscale che, in taluni particolari casi, sarebbe in grado di raggiungere il valore, record in tutta Europa, del 68% degli utili annuali.

Una situazione purtroppo insostenibile ed intollerabile e che lo stesso Giuseppe Bertolussi avrebbe commentato affermando: “La burocrazia è diventata una tassa occulta che sta soffocando il mondo delle PMI. Nonostante le misure di semplificazione adottate in questi ultimi anni, l’inefficienza del sistema pubblico italiano continua a penalizzare le imprese attraverso un spaventoso aumento dei costi”.

Rispondi