Fund raising

di Francesco Di Cataldo Commenta

Obiettivo più ampio del fund raising dovrebbe essere quello di raccogliere attorno a un ideale o a dei valori condivisi..

Fund raising” è una parola inglese che non è traducibile semplicemente in “raccolta fondi”.

“To raise” ha il senso di far crescere, coltivare, ossia di sviluppare i fondi necessari a sostenere un’azione senza finalità di lucro.

Il fund raising infatti trova le sue origini nell’azione delle organizzazioni no-profit, ossia quelle organizzazioni che hanno l’obbligo di non destinare i propri utili ai soci, ma di reinvestirli per lo sviluppo delle proprie finalità sociali.




Tuttavia attualmente il fund raising viene praticato anche da enti e servizi pubblici e da aziende che promuovono iniziative a scopo sociale.

Non esiste un unico modello di fund raising, ma strategie differenti in relazione alle caratteristiche della causa sociale, dell’organizzazione che la promuove e dell’ambiente nel quale essa opera: esso non si fonda solo sulle donazioni, ma su un complesso di modalità di raccolta da utilizzare nei confronti di ogni possibile mercato del fund raising pubblico e privato (eventi, sponsorizzazioni, investimenti sociali, attività di tipo commerciale, presentazione di progetti a bandi di concorso, ecc.).

I punti centrali della “filosofia” del fund raising hanno origine dal massimo esponente mondiale del fund raising, Henry A. Rosso, che lo ritiene un mezzo per raggiungere un fine basato sulla mission dell’organizzazione no-profit.

Ruolo centrale è rivestito dal consiglio di amministrazione, organo direttivo che deve garantire che il pubblico abbia fiducia (accountability) nell’organizzazione non profit.

Il fund raising esiste laddove è presente uno scambio di reciprocità, scambio economico direttamente non equivalente.

Che cosa cerca l’organizzazione non profit nello scambio con i finanziatori?

1) Soldi
2) Tempo di volontariato gratuito
3) Capacità di fare networking, conoscenze e informazioni
4) Esperienza (umana e professionale)
5) Credibilità
6) Beni materiali

Che cosa cercano i finanziatori nello scambio con l’organizzazione non profit?

1) Utilizzare i benefici fiscali
2) Avere riconoscimento pubblico
3) Migliorare la propria comunità di appartenenza, la propria città, il proprio Paese
4) Fare nuove esperienze e formazione
5) Avere pubblicità per sé o per la propria impresa profit

Interpretare le esigenze dei finanziatori e creare la massima adesione possibile al progetto è il primo passo per creare un rapporto duraturo, che vada al di là del singolo finanziamento.

Obiettivo più ampio del fund raising dovrebbe essere quello di raccogliere attorno a un ideale o a dei valori condivisi più soggetti che contribuiscano a realizzare le iniziative di cui l’azienda non profit si fa promotrice, creando così un network che operi continuativamente e con costanza per realizzare un progetto comune.

Rispondi