Estinzione della società e responsabilità dei soci

di Stefania Russo 1

L'articolo 4 del Dlgs 6/2003 prevede che in caso di cancellazione dal Registro delle imprese la società si estingue automaticamente...

L’articolo 4 del Dlgs 6/2003 prevede che in caso di cancellazione dal Registro delle imprese la società si estingue automaticamente, anche qualora vi siano dei crediti rimasti insoddisfatti oppure nel caso in cui siano in essere dei rapporti giuridici non ancora definiti.

Ne deriva quindi che una società estinta, non risultando più esistente sul piano giuridico, risulta priva della capacità di stare in giudizio. I creditori, dunque, non possono agire nei confronti della società ma possono solo rivalersi nei confronti dei soci fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione, nonché nei confronti dei liquidatori qualora il mancato pagamento delle somme a loro spettanti sia riconducibile ad una loro colpa.

CAUSE DI SCIOGLIMENTO SOCIETÀ

Il quadro giuridico normativo riguardante il caso dell’estinzione di una società, come sopra descritto, è stato riassunto dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 7679 del 16 maggio, con la quale è stato giudicato il caso di una società estinta nei cui confronti l’Agenzia delle Entrate vantava dei crediti. Ebbene, la Suprema Corte ha stabilito che l’amministrazione finanziaria può agire esclusivamente nei confronti dei soci e solo se e nella misura in cui questi abbiamo riscosso la quota ad essi spettante a seguito dell’approvazione del bilancio finale di liquidazione. L’onere della prova dell’avvenuta riscossione della quota spetta all’Agenzia delle Entrate.

SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE SNC

Ne deriva quindi che in caso di estinzione della società non è possibile agire in giudizio nei confronti: della società ormai estinta, in quanto la sua cancellazione è equiparata alla morte della persona fisica; del socio liquidatore qualora il mancato pagamento del debito sociale non sia dipeso da sua colpa; del socio che non abbia riscosso la quota ad esso spettante in base al bilancio finale di liquidazione; del socio nei confronti del quale il creditore sociale non dimostri l’avvenuta riscossione della quota.

Commenti (1)

  1. ho una societa con piu’ debiti che crediti.volendo chiuderla e non riuscendo a pagare il debito con l’agenzia delle entrate,non avendo nulla come capitale,come posso fare per non incorrere al procedimento penale?

Rispondi