Customer-centric come politica aziendale

di Stefania Russo Commenta

La profonda trasformazione subita dalla società nel corso degli ultimi anni ha portato le aziende ad adottare diverse strategie per attirare..

La profonda trasformazione subita dalla società nel corso degli ultimi anni ha portato le aziende ad adottare diverse strategie per attirare un crescente numero di clienti. Tra queste figura il cosiddetto marketing tribale e la necessità di creare un’impresa sempre più vicina al modello di customer-centric.

In quest’ultimo caso, in particolare, l’obiettivo è quello di creare un legame sempre più stretto tra impresa e clienti. Questa nuova politica, come dicevamo, nasce dal radicale cambiamento subito dalla società rispetto agli anni scorsi in quanto, mentre negli anni precedenti alla grande depressione l’attenzione delle aziende era focalizzata esclusivamente sui costi di produzione e di distribuzione, oggi l’attenzione non è più focalizzata sulla vendita ma sul cliente.


Questa inversione di tendenza nasce dalla necessità di adeguare la propria attività a quelle che sono le aspettative del cliente che, contrariamente a quanto accadeva negli anni scorsi, non è attirato solo ed esclusivamente dalla qualità del prodotto ma anche e soprattutto dal servizio ricevuto al momento della vendita e dall’assistenza post vendita. Del resto un recente sondaggio ha mostrato che oltre l’80% dei consumatori richiede una maggiore trasparenza e vicinanza da parte delle aziende.

In questo contesto, dunque, il consumatore diventa l’elemento chiave delle scelte e delle strategie aziendali. Del resto una politica di questo tipo è assolutamente indispensabile per attirare a se un numero crescente di consumatori e soprattutto per mantenere i clienti già acquisiti ed evitare che questi decidano di cambiare azienda e prodotto.

Per creare un’azienda di questo tipo è indispensabile un’adeguata formazione del proprio staff e un’organizzazione tale che consenta di costruire un rapporto con i propri clienti.

Rispondi